fbpx

VicenzaOro Il Mondo del lusso si ritrova a Vicenza

Spazio all’orologio contemporaneo con il lancio di VO’Clock Privé mentre T.Gold si conferma salone di eccellenza per la tecnologia alla manifattura.

La community del gioiello torna a risplendere sotto il claim “all at once”, capace di riassumere lo spirito di appartenenza e coesione che animerà la prossima edizione di VicenzaOro. L’evento, ancora una volta, dimostra di essere la più importante piattaforma mondiale a servizio della filiera che ruota attorno al metallo più prezioso: produttori e designer, scuole e associazioni si ritroveranno dal 17 al 21 marzo nel quartiere fieristico vicentino per scoprire le novità, incontrarsi, partecipare ad eventi divulgativi e formativi.

“Abbiamo organizzato questa edizione con entusiasmo, sospinti anche dai dati di settore che abbiamo analizzato durante il primo summit del gioiello organizzato da Italian Exhibition Group”

Marco Carniello
Global Exhibition Director
Divisione Moda e Gioiello di IEG

VicenzaOro quindi continua ad essere il punto di riferimento per chi parla la lingua dei preziosi. A ricordarlo anche il visual scelto per la prima edizione del 2022 che, non a caso, vede una serie di segni grafici convergere sulla città veneta. “Abbiamo organizzato questa edizione con entusiasmo, sospinti anche dai dati di settore analizzati durante il primo summit del gioiello organizzato da IEG ad Arezzo” – dichiara Marco Carniello Global Exhibition DirectorDivisione Moda e Gioiello di IEG.

Nonostante le incertezze, le persone hanno investito molto sul bene durevole per eccellenza sia perché la pandemia ha limitato la possibilità di dedicarsi alle experience e ai viaggi sia perché gioielli e orologi rappresentano forme di capitalizzazione e la filiera sta beneficiando di questo atteggiamento” continua Marco Carniello, global exhibition director Divisione Moda e Gioiello di Italian Exhibition Group.

“Se quella di settembre 2021 è stata una kermesse oltre le aspettative, confidiamo che il 2022 consolidi un trend di crescita, anche grazie alla novità di VO’Clock Privé che riporta l’orologeria contemporanea in Italia. 1000 brand espositori hanno confermato la presenza e tutti i padiglioni saranno aperti. Seppur in un contesto turbato dal conflitto tra Russia e Ucraina (storicamente i due paesi esprimono non più del 3% delle visite di VicenzaOro), abbiamo registrato il ritorno dei primi espositori da Hong Kong e di compratori da paesi che stanno progressivamente riaprendo ai viaggi. Sarà dunque un’edizione internazionale, sia dal lato dell’offerta sia della domanda”. 

Ecco come VicenzaOro si presenterà dalle parole del direttore Carniello:

Allestimenti
“Data la necessità di mantenere flessibilità nell’adattarsi alle normative e ad eventuali cambi last-minute, abbiamo mantenuto gli stand omogenei come a settembre con i boulevard disegnati in questa occasione da ulivi, pianta simbolo di pace e armonia, ad accompagnare i visitatori nei padiglioni”.

Espositori
“Siamo di fatto al completo: oltre 1000 brand espositori presenti, con i big che ancora una volta ci hanno scelto per presentare le nuove collezioni”.  

Talk 
“Il giorno dell’inaugurazione accenderemo i riflettori sui principali temi dell’edizione, declinati attorno al cardine della sostenibilità. A seguire, un fitto calendario di eventi permetterà alla community di approfondire molti argomenti: il Club degli Orafi ha pianificato imperdibili momenti di divulgazione, il sabato sarà Trendvision ad anticipare le tendenze del settore e poi spazio a CIBJO che ci ha scelti per la propria assemblea generale, un evento che richiamerà a Vicenza circa 50 delegati da tutto il mondo. Verranno quindi anticipate le best practice a cui si ispirerà l’intera filiera”.

ViOff
“Torna il grande fuori salone che porterà il fermento di VicenzaOro in centro storico. Ancora una volta sarà il tema della sostenibilità a fare da fil rouge alle numerose attività organizzate in collaborazione con l’amministrazione comunale per «Golden Green». Da segnalare la Green Factory: un vero e proprio incubatore di idee e progetti che, all’interno del palazzo storico di ingresso a Corso Palladio, sotto l’egida di alcuni Vip come Matteo Ward, svilupperà esperienze legate all’economia circolare e all’arte”.

“Le aziende crescono anche se il reperimento delle materie prime crea molte difficoltà”

Matteo Farsura
Exhibition Manager VicenzaOro & T.GOLD

T.Gold

Promette di sorprendere i visitatori anche il salone T.Gold che torna nella sua sede tradizionale (Hall 9) accogliendo oltre 140 brand espositori provenienti da 15 paesi. Focus sull’innovazione sostenibile e sui processi di lavorazione ad impatto zero. “In questi due anni di pandemia le aziende che girano attorno all’oreficeria hanno lavorato molto soprattutto nei paesi in via di sviluppo, segnando una costante crescita nonostante il momento di difficoltà legato anche al reperimento delle materie prime e al loro costo” commenta Matteo Farsura, Exhibition Manager VicenzaOro & T.Gold.

Cavalcando questo successo, T.Gold porterà a Vicenza il meglio dell’innovazione tecnologica del settore, configurandosi come luogo d’incontro prediletto tra artigiani, fornitori e aziende, grazie alla rinnovata partnership con AFEMO. Il percorso espositivo è organizzato in sei macro-categorie: fusione, lavorazione meccanica, prototipazione e produzione digitale, finitura, affinazione e recupero, utensili-banchi e materiali. Il 70% delle aziende sarà italiano perché deteniamo il primato di eccellenza nell’hi-tech e nell’innotech. Dopo di noi le aziende tedesche, molte delle quali saranno presenti in fiera. Concentreremo quindi l’attenzione sui macro trend del settore e sulla possibilità di incontri in presenza, garantendo i consueti e altissimi standard di sicurezza”.  

Vò Clock la nuova vetrina di 23 brand di orologeria

Networking e formazione saranno dedicati al mondo dell’eccellenza dell’orologeria contemporanea con VO’ Clock Privé che, per tre giorni, dal 18 al 20 marzo, sarà vetrina per 23 brand: Allemano Time, Ba111od, Ball Watch, Bell&Ross, Bergeon, Casio G-Shock, Corum Italia srl, Eberhard & Co., Erwin Sattler, Girard – Perregaux, Junghans, Locman Italy, Meistersinger, Mühle Glashütte, Paul Picot, Perrelet, Romeo Ferraris, Squale, Timex, Unimatic®, Venezianico, Vincent Calabrese, Wyler Vetta, Zenith. Il tutto prenderà il via alla Sala Canova con la conferenza stampa di presentazione e nel pomeriggio proseguirà con “Prospettive sull’orologeria”, l’andamento di mercato visto attraverso “Dati e tendenze del mercato italiano; anticipazione dei risultati della survey GFK-Assorologi” di Mario Peserico, Presidente Assorologi, e “Outlook sul mercato del lusso” di Stefano Fenili, Partner Bain & Company. Sabato sarà la volta di “meet-up”- in collaborazione con i forum e i media più riconosciuti dell’orologeria – storie, tappe e ultime novità di rinomati marchi.

Da non perdere il talk “Le ultime innovazioni in orologeria” con la presenza di Ugo Pancani, Carlo Ceppi e Vincent Calabrese moderato da Michele Mengoli in Sala Canova. E ancora, sessioni della FHH – Fondation de la Haute Horlogerie, per esplorare cronografia, tourbillon e calendario perpetuo; apprendere le basi dell’orologeria meccanica; acquisire le competenze per montare e smontare un movimento meccanico, in aula insieme ai formatori della scuola di orologeria CAPAC di Milano. Il Maestro Sante Castignani dimostrerà dal vivo le fasi di realizzazione di un orologio artigianale, a mano con attrezzatura Bergeon. L’ingresso è gratuito. 

https://www.vicenzaoro.com/it/

Altre storie
Laura Bellini, the gift of choice