fbpx

Sostenibilità e riciclo, Legor racconta i suoi “Magic”

Domani un webinar rivolto ai professionisti del settore per introdurli nel mondo delle fonti di riciclo nei segmenti oro, argento, palladio, platino e rodio

Legor racconta i suoi “Magic 5”. Non dei supereroi con maschera e mantello, ma oro, argento, palladio, platino e rodio provenienti al 100% da fonti di riciclo e inseriti all’interno della catena di custodia. Un lavoro che l’azienda specializzata nella scienza dei metalli preziosi per il mondo della gioielleria e dell’accessorio moda ha iniziato 20 anni fa e che l’ha portata a essere la prima e unica, azienda del comparto metallurgico e chimico a servizio del settore in grado di certificare, attraverso il Provenance Claim e la Chain of-Custody del Responsible Jewellery Council, che le sue leghe, polveri e soluzioni galvaniche sono ottenute da metalli totalmente provenienti da riciclo.

Domani l’azienda presenterà questa proposta di sostenibilità ai protagonisti del lusso, in un evento online cui parteciperanno:

Claudia Strasserra
chief reputation officer e sustainability manager di Bureau Veritas;

Daniel Kaelin
head of sustainability operations di Swarovski

Michele Agazzi
senior associate e corporate sales & rm Italy di Elite Euronext Group

Massimo Poliero
amministratore delegato di Legor Group

L’evento in lingua inglese si svolgerà in due fasce orarie: 11.30-12.30 e 16.30-17.30. La partecipazione è gratuita previa iscrizione al seguente link: https://www.legor.com/it/novita-ita/novita/924-i-magic-5-approvvigionamento-responsabile-deimetalli-preziosi-da-fonte-riciclata

Altre storie
I tesori Piaget delle “Capsule del Tempo” di Andy Warhol in mostra con Time Keepers