fbpx

La Divina Commedia di Percossi Papi

A Sofia, i gioielli preziosi ed esclusivi realizzati di Diego Percossi Papi per celebrare l’Opera del Sommo Poeta

Diego Percossi Papi

Nell’anno delle celebrazioni dantesche per i settecento anni della morte del Sommo Poeta, l’Ambasciata Italiana di Sofia e l’Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con la Galleria Nazionale – Ex Palazzo Reale (guidata dalla direttrice Iara Boubnova), presentano per la prima volta in Bulgaria le opere del gioielliere romano Diego Percossi Papi. È un’iniziativa fuori dal comune, voluta fortemente dall’Ambasciata della Repubblica Italiana e a S.E. l’Ambasciatrice Giuseppina Zarra.

Giuseppina Zarra, Ambasciatrce italiana a Sofia

«Conosco Diego Percossi Papi da molti anni – racconta l’ambasciatrice – …è una personalità poliedrica, un uomo di cultura classica e rinascimentale, una grande fonte di ispirazione. I suoi gioielli nascono da un’ispirazione culturale, letteraria, da visioni o ricordi di viaggio, e lui è da sempre un artista di grande fascino. Ero solita il sabato mattina a Roma, durante le mie passeggiate per il centro storico, bussare sulle vetrine del suo atelier. Lui mi invitava a entrare per illustrarmi i disegni dei suoi gioielli. In una di queste occasioni, qualche anno fa, mi mostrò dei disegni e mi disse che in vista delle celebrazioni per i 700 anni della morte di Dante nel 2021, stava pensando di creare un percorso di gioielleria ispirato ad alcuni passi della Divina Commedia…».

Nasce da questo incontro e dalla voglia di rendere visibile tanta maestria e bellezza del Saper Fare l’esposizione di Percossi Papi (già accademico ad honorem della Pontificia Accademia dei Virtuosi al Pantheon e Maestro orafo dell’Università e Nobil Collegio di S. Eligio) i cui gioielli, si intrecciano ad opere d’arte e che sviluppano in comune il tema del viaggio intrapreso nella Divina Commedia.

Nel corso dei secoli, la Commedia è stata oggetto di innumerevoli interpretazioni e riletture in chiavi artistiche, l’arte del gioiello non è da meno e infatti, Diego Percossi Papi con il contributo del suo atelier, hanno ideato un’originale proposta espositiva. I pannelli fotografici sollecitano nel visitatore le emozioni descritte da Dante e connotano le luci e i colori nell’esatta ambientazione del canto, realizzando innumerevoli parallelismi tra le terzine dantesche e i gioielli.

Tre, sono le figure emblematiche che aprono la strada ai tre percorsi. In primis (e non sarebbe potuto essere diversamente) Caronte, che introduce alla mostra e alla sala dedicata all’inferno, le Erinni e il Minotauro che fanno da “guardiani” al Purgatorio e infine, Beatrice, la donna angelo che invita i visitatori nella sala del Paradiso. Lungo questo immaginifico viaggio, i pannelli illustrativi, raccontano il legame simbolico tra le creazioni dell’atelier Percossi Papi e l’Opera.

L’obiettivo della mostra (con la curatela di Irina Dilkova), è stato quello di esportare all’estero l’eredità artistica e culturale italiana, frutto di un raffinato e armonioso rapporto tra storia, cultura, arte e artigianato. La sensibilità dell’Ambasciatrice e la maestria dell’artista hanno ben sposato quelle motivazioni che favoriscono le relazioni economiche e commerciali in Bulgaria, che rappresenta un importante mercato per l’Italia, sia in termini di sbocco del Made in Italy che di investimenti produttivi (l’Italia si assesta infatti, come quarto partner commerciale del Paese, abbiamo circa 12.000 aziende registrate in Bulgaria che danno lavoro a oltre 50.000 persone, come ricorda l’Ambasciatrice).

L’evento rappresenta un’importante occasione per osservare da vicino i bellissimi gioielli (pezzi unici) realizzati esclusivamente per le celebrazioni dantesche da Diego Percossi Papi che con grande emozione ha ringraziato la famiglia: «mia moglie Maria Teresa, senza il cui aiuto sicuramente oggi non sarei qua. Inoltre, mia figlia Valeria, autrice di tutte le foto presenti nel catalogo e mio figlio Giuliano, maestro di laboratorio, il quale ha realizzato tutte le istallazioni che state per visionare».

Diego Percossi Papi, con la moglie e i figli

“Il Prezioso Cammino di Dante. La Divina Commedia nei gioielli di Diego Percossi Papi”. Sofia, Sala da ballo dell’Ex Palazzo Reale e l’esposizione sarà visitabile fino al 30 aprile con il titolo.

www.percossipapistore.com

Altre storie
AURORA