fbpx

Jgt Dubai. Dal 22 al 24 febbraio 2022 un nuovo evento mondiale

Organizzato da Italian Exhibition Group con Informa Markets Jewellery, il nuovo appuntamento della gioielleria si svolgerà il prossimo anno al Dubai World Trade Centre dove si riunirà tutta la filiera del gioiello per dare una spinta alle vendite dopo i rallentamenti dovuti alla pandemia.

Tre giorni per portare a Dubai il meglio di gioielli, gemme e tecnologia mondiali. Si chiama Jewellery, Gem & Technology Dubai (Jgt Dubai) l’evento organizzato da Informa Markets Jewellery e Italian Exhibition Group, che si svolgerà nell’emirato dal 22 al 24 febbraio 2022, in concomitanza con l’Expo.

Partner dell’iniziativa il Dubai multi commodities centre (Dmcc), la zona franca più interconnessa al mondo e hub commerciale ed imprenditoriale leader per le materie prime, il cui presidente, Ahmed Bin Sulayem, era presente ieri alla presentazione insieme a Corrado Peraboni, ad di Ieg e David Bondi, senior vice president di Informa Markets in Asia.

L’evento

Scopo dell’appuntamento frutto della joint venture tra Ieg e Imj, di cui è industry partner il Dubai Gold and Jewellery Group, è riunire al Dubai world trade centre (Dwtc) tutta la filiera del gioiello: prodotto finito, pietre preziose e materiali per la gioielleria, montature, macchinari, attrezzature e forniture, imballaggi e servizi tecnologici, che saranno proposti a grossisti, retailer fisici e online, produttori, designer, gioiellieri e brand indipendenti, provenienti in particolare da Medio Oriente, India, Russia, Europa Meridionale e Nord Africa. Con l’obiettivo di creare contatti, partnership e dare un’accelerazione alle vendite dopo gli anni di pandemia, sfruttando un potenziale bacino di 4 miliardi di consumatori nel raggio di sette ore di volo da Dubai.

Un’operazione resa possibile dall’alleanza tra due soggetti con una lunga esperienza del settore. Da un lato Ieg, motore di VicenzaOro, principale fiera europea del settore; dall’altra Informa Markets Jewellery, organizzatore di Jewellery & Gem World Hong Kong, manifestazione leader a livello mondiale nel campo dell’alta gioielleria.

Con i nostri partner vogliamo dare alle imprese del comparto un’opportunità unica di ripartire. Le fiere in presenza saranno cruciali per la ripresa post pandemia, portando le aziende nel cuore del mercato e generando un maggiore quantitativo di ordini rispetto al contatto online.

Corrado Peraboni, ad di Ieg

IEG

«La pandemia ha cambiato le nostre vite e colpito tutti i settori dell’industria in tutti i mercati – sottolinea PeraboniQuesto è particolarmente vero per la gioielleria, che è molto legata agli scambi internazionali. Per questo con i nostri partner vogliamo dare alle imprese del comparto un’opportunità unica di ripartire. Le fiere in presenza saranno cruciali per la ripresa post pandemia, portando le aziende nel cuore del mercato e generando un maggiore quantitativo di ordini rispetto al contatto online. Questa collaborazione e l’organizzazione di Jgt Dubai sono un grande passo per noi e credo che questo progetto abbia tutti gli ingredienti per un grande successo: grazie a un mutuo sforzo senza precedenti sono coinvolti i maggiori organizzatori internazionali e un hub estremamente importante, con un forte supporto da parte del Governo e delle autorità e di organizzazioni e operatori internazionali. Siamo impegnati tutti assieme per dare alle imprese le migliori opportunità di business, che il mercato può offrire oggi».

Jgt Dubai sostituirà quindi il precedente evento organizzato da Ieg nell’emirato, rispetto al quale, come sottolinea Peraboni, avrà alcune sostanziali differenze: «Prima di tutto sarà un appuntamento esclusivamente BtoB, mentre non avremo una parte BtoC; coprirà tutta la catena di fornitura, affiancando a oro, gioielli e gemme anche la tecnologia e insieme a Informa creeremo un evento internazionale, non focalizzato solo sul Medio Oriente ma che vuole attrarre espositori e visitatori da tutto il mondo».

La nostra collaborazione con Ieg è senza precedenti nel settore degli eventi, e non sarà certamente l’ultima. In questo periodo così particolare, è il momento di agire, perché lavorando assieme possiamo rendere il “next normal” migliore e la priorità è creare opportunità che garantiscano alla nostra community i risultati migliori

David Bondi, senior vice president di Informa Markets in Asia

INFORMA MARKETS


Sulla stessa linea di Peraboni anche David Bondi. «Il nostro settore sta subendo una trasformazione significativa ed è nostro compito creare e cogliere nuove opportunità che segneranno la direzione di un percorso nel lungo periodo. La nostra collaborazione con Ieg è senza precedenti nel settore degli eventi, e non sarà certamente l’ultima. In questo periodo così particolare, è il momento di agire, perché lavorando assieme possiamo rendere il “next normal” migliore e la priorità è creare opportunità che garantiscano alla nostra community i risultati migliori, e JGT Dubai è qualcosa che, insieme, possiamo fare meglio. Oltre ad offrire opportunità di business uniche, nella tre giorni l’evento proporrà un fitto programma si seminari, due eventi esclusivi in contemporanea e cadrà durante l’Expo Dubai 2021».

EVENTI

Ad affiancare il nuovo appuntamento saranno infatti due eventi collaterali: la Dubai Diamond Conference, organizzata dal Dmcc, che nel 2019 ha visto la partecipazione di 400 gtra funzionari governativi, finanziatori, retailer e investitori e la cerimonia di presentazione dei Jewellery World Awards di Informa Markets Jewellery, uno dei premi più prestigiosi nel settore della gioielleria e delle pietre preziose.

PARTNER

Tanti i rappresentanti delle associazioni internazionali che hanno portato il proprio sostegno in un video trasmesso durante l’evento di presentazione, preceduti dall’ambasciatore italiano ad Abu Dhabi, Nicola Lener: Tawhid Abdullah, presidente del Dubai Gold and Jewellery group; Gaetano Cavalieri, presidente del Cibjo; Ken Lo, presidente di Hong Kong jewellery and jade manufacturers association; Colin Shah, omologo di Gjepc India; Clement Sabbagh, Presidente della International colored gemstone association; Aviel Elia, ad dell’Israel diamond institute e Lawrence Ma, presidente della Diamond Federation of Hong Kong.

DMCC

Ahmed Bin Sulayem, Executive Chairman and Chief Executive Officer DMCC

Perché Dubai? La risposta è arrivata da Ahmed Bin Sulayem. «Avremmo voluto ospitare questo appuntamento nel 2021, ma il mondo non era pronto, anche per la situazione legata ai vaccini. Gli Emirati sono uno dei Paesi leader per quanto riguarda la vaccinazione della popolazione e abbiamo reagito al Covid adattandoci tra aperture e non troppe chiusure. Duemila aziende si sono registrate qui l’anno scorso, battendo il record degli ultimi sei anni, e stanno continuando. Quando sperimenti la convenienza di Dubai per quanto riguarda il business è difficile ignorarla. Con il Jgt Dubai vogliamo introdurre un importante appuntamento nel nostro calendario. Il mondo è cambiato e molti hanno localizzato invece di globalizzare, mentre noi abbiamo è diventato un importante player, rimuovendo ostacoli e incoraggiando il business e diventato una città globale, ancora di più dopo di “Accordi di Abramo” con Israele».

Altre storie
Sicis Jewels mette piede a Londra con una nuova boutique