Prende il nome dall’aeromobile che si alzò in volo il 2 luglio del 1900, il Luftschiff Zeppelin, una scelta che simbolicamente rimette in campo l’idea di sfidare l’impossibile: l’LZ vinse la forza di gravità riuscendo a levarsi nonostante le sue 12 tonnellate, lo Zeppelin Watches della serie Atlantic ha ricercato e trovato la maggiore precisione nel nuovissimo movimento MIYOTA 9075, dotato di una lancetta delle ore che salta quando si regola l’ora locale. Finora questa funzionalità “Flyer-GMT” era riservata agli orologi di lusso come il Rolex GMT Master II.
 

È frutto della tecnologia tedesca che la casa madre, a conduzione familiare, la PointTec, fondata nel 1987, riserva a tutti i suoi segnatempo da polso, economicamente accessibili pur investendo sulla qualità dei materiali e sul minuzioso controllo in tutte le fasi di lavorazione, soddisfacendo i requisiti particolarmente severi del certificato “Osservatorio Glashütte”, ricambiato dalla meritata affidabilità.


Buona orologeria, dunque, che risponde ai nomi Zeppelin, Iron Annie E Bauhaus, marchi (distribuiti in Italia da GS Consulting di Milano) i cui modelli, da quelli al quarzo con movimenti di qualità svizzera, ai cronografi meccanici con frizione verticale – il 7680-1 della serie “100 Jahre Zeppelin” (100 anni Zeppelin) è un bestseller con movimento Sellita SW510 -, e fino ai cronometri Valjoux, vantano anche il programma Sustainable Planet grazie al quale, a breve, saranno dotati di cinturini in tessuto SEAQUAL e di poliestere riciclato, realizzati cioè con plastica recuperata dagli oceani.


Il design, sportivo e rigoroso, ispirato alla scuola di design del Dessau Bauhaus, ha i requisiti di un regalo perfetto per il prossimo Natale.


 
pointtec.de

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.