fbpx

White: WSM, sostenibilità ed artigianalità evoluta

Oltre 40 collezioni uomo e gender fluid dal 16 al 18 gennaio 2021 in occasione della Milano Fashion Week Men’s Collection, on show sulla nuova piattaforma WSM-WHITE

Froy

Ritorna WSM Fashion Reboot, il format di WHITE sull’innovazione sostenibile, per questa edizione interamente digitale, teso a promuovere le PMI realizzato grazie al supporto di MAECI ed Ice-Agenzia e alla partnership con Confartigianato Imprese

Dal 16 al 18 gennaio 2021, in occasione della Milano Fashion Week Men’s Collection, on show sulla nuova piattaforma WSM-WHITE, si alterneranno oltre 40 collezioni uomo e gender fluid in rappresentanza della nuova artigianalità. Per la sezione sulla sostenibilità, di cui WHITE è stato precursore con il format WSM, sono stati selezionati brand (da Tiziano Guardini a Yekaterina Ivankova passando per Froy e Par.co Denim tra gli altri) che sperimentano tecniche diverse: dai processi di recycling e di upcycling, a lavorazioni con materie prime meno inquinanti, per ridurre l’impatto ambientale, e soprattutto con un percorso su tracciabilità e trasparenza.

Per la nuova frontiera dell’artigianalità evoluta, unicità e cura dei dettagli caratterizzano le creazioni che conservano una dimensione artigianale associata ad una progettazione avanguardistica. Le produzioni artigianali sono più sostenibili della grande distribuzione e danno vita a creazioni irripetibili con una forte personalità, grazie all’heritage. Tra i marchi Lucques, Artichoke Bags, CHATTouché, Vanadio23, Waxman Brothers, Wundercamera Wardrobe.

CHAT Touché

Vogliamo promuovere un concetto di moda sostenibile unitamente a un Made in Italy con Dna artigianale, giovane e inclusivo. Il contributo del settore della moda alla sostenibilità è oggi quanto mai centrale: non più solo come dovere di compliance ma come parte, a mio parere, di un nuovo paradigma di presenza sui mercati globali fatto di innovazione, sostenibilità e digitale. Sosteniamo, dunque, WSM Fashion Reboot mettendo a disposizione i nostri strumenti tra cui Fiera Smart 365, la piattaforma che darà luogo a un proficuo network di interazione tra operatori qualificati e certificati, ben oltre la durata stessa della manifestazione. In estrema sintesi, nuovi strumenti per combinare reazione e visione accompagnando il nostro Made in Italy verso nuovi modelli di consumo e di competizione sui mercati internazionali. In bocca al lupo a tutti i giovani designer che parteciperanno a questa edizione.” Carlo Ferro, presidente di ICE Agenzia.

“Nell’impossibilità di realizzare presentazioni ed eventi live, questa edizione WHITE ha saputo comunque apportare innovazione e creatività nel mondo del fashion. Grazie a un calendario totalmente on line che coniuga linguaggi contemporanei e tecnologia, si permette a tante piccole realtà artigianali di presentare in maniera efficace e mirata le proprie idee e collezioni a buyer, giornalisti e operatori quasi fossero presentazioni private ad hoc. Aver messo al centro di questa edizione il rapporto tra artigianalità e sostenibilità vuol dire aver compreso come l’intero comparto deve e può essere ripensato al fine di proporre al mercato capi e accessori capaci di interpretare e raccontare le attuali tendenze, economiche e sociali. Tendenze sempre più attente a mettere al centro l’uomo e l’ambiente riscoprendo inevitabilmente metodi e processi di produzione più sostenibili e responsabili.” Cristina Tajani, Assessora al Commercio, Attività produttive, Moda e Design del Comune di Milano 

 “L’iniziativa che Confartigianato ha realizzato con WHITE, grazie al supporto di MAECI e ICE – Agenzia, consente di esaltare il valore artigiano delle imprese della moda italiana: 79mila aziende che danno lavoro a oltre 700mila addetti. Un patrimonio di creatività, talento, eccellenza manifatturiera che unisce competenze tradizionali e spinta innovativa e rende le produzioni made in Italy uniche e inimitabili nel mondo. Un esempio di sostenibilità economica, sociale e ambientale che Confartigianato è orgogliosa di rappresentare”. Presidente di Confartigianato Marco Granelli

 “In questo particolare momento storico il ruolo di noi organizzatori è di supportare con tutti i mezzi le aziende PMI anche attraverso la promozione digitale, che deve essere orientata al mondo dei buyer per poter concretamente mettere in collegamento le aziende alla propria rete di clienti già attivi. Per questo stiamo studiando e lavorando, anche in vista di febbraio, a un progetto che possa essere di concreto supporto alle PMI e finalizzato al creare una connessione diretta tra aziende e buyer.” Massimiliano Bizzi, founder di WHITE  

“È doveroso ringraziare WHITE per il coinvolgimento dei buyer su temi come artigianato, creatività e sostenibilità, da sempre a noi cari. Parole d’ordine, oggi più che mai, sono: cultura, bellezza, unicità. Occorre più rispetto di quello che abbiamo avuto per la professionalità della nostra filiera. E poi il coraggio di fare scelte anche controcorrente. Come The Best Shops, siamo grati inoltre per il grande supporto nei confronti delle PMI.” Beppe Angiolini di CBI- Camera Buyer Italia

Di fondamentale importanza il match making tra le realtà presentate e i buyer, che potranno fissare in tempo reale gli appuntamenti. CBI – Camera Buyer Italia voterà e sceglierà due marchi per due progetti speciali con loro associati. Inoltre la piattaforma di WSM-WHITE sarà collegata a quella di ICE “365 smart”, per dare ulteriori possibilità commerciali, e a tutte le label coinvolte. 

NTMB

Il digitale, che abbiamo visto crescere durante la pandemia, rappresenta uno strumento fondamentale su cui lavoriamo da tempo, non solo per il progetto del B2B, ma anche per potenziare la stessa fiera fisica. E continuerà a esserlo anche dopo per migliorare le performance fieristiche. Per noi il digitale è stato anche un importante strumento di coesione con Milano Loves Italy, movimento che ci ha permesso di stringere importanti partnership nell’ottica di fare sistema per coinvolgere – tramite la forza dei canali digitali – un pubblico sempre più numeroso di addetti ai lavori e farli incontrare con le nostre aziende”. Ha spiegatoBrenda Bellei, CEO di WHITE

Il progetto è curato da Federico Poletti, giornalista e Direttore Comunicazione di WHITE, e Matteo Ward, co-founder del brand Wråd e già direttore artistico di GIVE A FOKus.

Il calendario prevede 10 webinar. Venerdì 15 gennaio un intervento di Laura Burdese, CEO e Presidente di Acqua di Parma presenterà la strategia di sviluppo sostenibile della maison e il suo focus sulle realtà artigiane italiane. A chiusura, lunedì 18, un panel dedicato all’innovazione sostenibile nel mondo del tessile. 

Tra i talk uno sarà dedicato al tema di ARTivism – Art for a positive change in cui saranno moderatori Paolo Naldini (CEO e Director di Cittadellarte Fondazione Pistoletto) e Marina Spadafora (Country coordinator Fashion Revolution Italia).

Altre storie
Lorenz: collezione Dorica