fbpx

VIOFF, The Golden Journey, un viaggio tutto d’oro per ripartire insieme, fiera e territorio

La rassegna, organizzata da IEG in collaborazione con il Comune di Vicenza, è stata presentata nel chiostro di San Lorenzo

The Golden Journey” è la sesta edizione di VIOff, che dal 10 al 13 settembre affiancherà a VicenzaOro una lunga serie di eventi culturali, musicali, performativi ed enogastronomici, coinvolgendo tutte le eccellenze del territorio, dall’artigianato alla musica, dalla danza a coltivatori e cuochi.
A riassumere questo concetto la locandina realizzata dal regista e storyboarder Rai Aldo Iuliano: una Basilica Palladiana in versione nave, che salpa con a bordo tutti gli ingredienti del festival: una ballerina, un trapezista, un calice, un vestito d’epoca a simboleggiare la continuità tra passato e futuro, Dante Alighieri, poeta e viaggiatore, e la Postina Zanellato, che nel suo decimo compleanno sarà protagonista di un’iniziativa di solidarietà.

La rassegna, organizzata da Ieg in collaborazione con il Comune di Vicenza, è stata presentata nel chiostro di San Lorenzo dal sindaco Francesco Rucco, l’assessore alle Attività produttive Silvio Giovine; Marco Carniello, direttore della divisione Jewellery & Fashion di Italian Exhibition Group e Nicola Piccolo, presidente della delegazione di Vicenza di Confcommercio.

Marco Carniello

Per Marco Carniello, Group Brand Director Jewellery & Fashion IEG, la presentazione è stata anche l’occasione per dare qualche numero in vista dell’edizione ormai prossima di VicenzaOro September. «Non sempre ci rendiamo conto di quanto stiamo conseguendo – sottolinea – ma i colleghi di Las Vegas e Hong Kong mi chiedono sempre più spesso come facciamo, perché tra fiera e VIOff nessuno ha realizzato tanto. Ma noi non abbiamo mai smesso di lavorare e di crederci, ben prima di metà giugno, quando sono state autorizzate le fiere in presenza. Mesi prima, in mezzo all’incertezza, non era facile andare nelle aziende, ma ci siamo detti “ci dobbiamo provare, dobbiamo essere positivi e i risultati arriveranno”. E loro ci hanno seguiti, come avevano fatto un anno fa con Voice. Il 10 settembre, quindi, apriremo con tutti i padiglioni occupati da oltre 800 espositori, il 70% dei quali italiani, un numero eccezionale, considerato che la Cina e la Thailandia non possono venire, come buona parte degli indiani».

E anche dai buyer arriva qualche buon segnale, anche se il direttore resta cauto. «I 200 che abbiamo invitato hanno accettato, cosa non scontata in questo momento e il numero è in linea con gli anni passati. È un buon segnale. Stiamo rimettendo Vicenza al centro della cartina geografica, non solo del business, anche se sappiamo che questo “Golden Journey” sarà durissimo. Bebe Vio dice che se una cosa è impossibile si può fare. Noi la faremo due volte, con VicenzaOro e VIOff».
Vediamo allora i tanti eventi che animeranno la città.

MUSICA E TEATRO

Tra gli appuntamenti in programma non mancheranno i grandi concerti sul palco di piazza dei Signori, con protagonisti della scena musicale italiana, che inizieranno già nei giorni precedenti la fiera: il 7 Madame e Sangiovanni; l’8 Antonello Venditti; il 10 Francesco De Gregori; l’11 Max Pezzali e il 13 Nek. Il 9, invece, sullo stesso palco, spazio alla bellezza con la finale di Miss Provincia, mentre il 12 alle 20.30 l’orchestra del conservatorio “Pedrollo” eseguirà “Musiche dal mondo” e alle 21.30 sarà proiettato il cortometraggio “Di fuoco e d’ombra” dell’associazione culturale L’IdeAzione.
L’11 e il 12 ai giardini Salvi alle 17.30 Theama Teatro metterà in scena un percorso letterario attraverso i popoli e le tradizioni, mentre venerdì 10 ai chiostri di Santa Corona sarà presentato il libro “La geografia dell’oro” di Raffaella Izzo.

CITARTS

Sabato 11 gli eventi si concentreranno tra corso Fogazzaro, piazza San Lorenzo e contra’ Cesare Battisti, che dalle 17 alle 23.30 si animeranno con “Citarts”, festival di arti performative con mangiafuoco, trampolieri, equilibristi, musicisti, acrobati, laboratori artistici e verticalisti che danzeranno sulla facciata di palazzo Repeta. Le performance saranno ispirate all’arte e alla musica, da Dante a Freddy Mercury, compreso lo spettacolo di mangiafuoco dedicato all’Inferno di Dante. Dalle 20.45 alle 22.30 è prevista invece un’invasione di pizzica. Dalle 18 il “Viaggio nella danza” si snoderà anche tra piazza Matteotti e piazza dei Signori con la compagnia “Naturalis labor”.
Per l’occasione i negozi di corso Fogazzaro apriranno le porte con esposizioni en plein air e saranno presenti le bancarelle di Unico, il mercato del fatto a mano.
Per gli appassionati di mercatini, domenica dalle 8 alle 18 tra piazza Duomo, dei Signori e le contrade limitrofe spazio a vintage, artigianato e collezionismo con “Non ho l’età”.

ENOGASTRONOMIA

Come ogni festival che si rispetti, anche VIOff proporrà ampi momenti dedicati alla tavola.
Venerdì e sabato dalle 18 nei bar di piazza dei Signori si terrà “Viwine Gold Edition” con degustazioni di vini e prodotti delle cantine locali, finger food e piatti della tradizione.
Da venerdì a domenica dalle 11 alle 23 Golden food truck village in piazza Duomo, con prodotti regionali e gusti esotici.
Sabato e domenica dalle 10.30 in piazza San Lorenzo “Viaggio nella biodiversità della campagna vicentina”, aperitivo preparato dai cuochi di Coldiretti.
Infine, venerdì e sabato dalle 18.30 alle 20.30 alla pasticceria sa Mèndula, in corso Fogazzaro “Sulle orme di Grazia Deledda”, degustazioni di vini veneti e sardi, letture di brani della scrittrice di “Canne al vento”, con attori, canto e la musica dell’organetto tradizionale.

MOSTRE

Infine, moltissime saranno le esposizioni di arte e artigianato.
Da sabato 4 a giovedì 16 la galleria Qu.bi di corso Fogazzaro ospiterà “La preziosa materia. Smalti di Ennio Cestonaro”, dedicati al viaggio alchemico del silicio e di altri ossidi minerali. Domenica 12 nella loggia del Capitaniato “Artigianato e design” con l’artigianato locale d’eccellenza di Cna Veneto Ovest. In quest’ambito s’inserisce “More clay, less plastic”, progetto che coinvolge 60 ceramisti internazionali per promuovere l’uso di questi materiali al posto della plastica.
Dal 10 al 14 in Basilica Palladiana mostra fotografica “Women’s voices” di Sonia Marin, in omaggio alla donna che ha reso famosa la Postina di Zanellato. Nel decimo compleanno, l’azienda vicentina devolverà parte delle vendite di settembre al Telefono Rosa.
Dal 10 al 13 nelle vetrine del centro ci saranno poi 100 dipinti ad olio di Ilaria Sperotto, ispirati a “Le città invisibili” di Calvino. La stessa artista durante i concerti di De Gregori e Max Pezzali dipingerà sulla terrazza della Basilica: una tela sarà poi devoluta a sostenere la ricerca e le attività dell’associazione oncologica San Bassiano. Ma non tutte le mostre si esauriranno in pochi giorni.
Dal 10 settembre fino a novembre al Museo Diocesano ospiterà “Il viaggio tra scoperta e verità” in collaborazione con la galleria ARTantirde per analizzare il viaggio anche come ricerca di sé.
Infine, nell’anno dantesco, dal 10 settembre al 31 ottobre al chiostro di San LorenzoA riveder le stelle”, esposizione fotografica ispirata a Dante Alighieri, con lavori di 10 circoli fotografici vicentini.

https://www.vicenzaoro.com/it/vicenzaoro

Altre storie
Le Carose, nel bracciale Mua i valori più importanti