Ritorna Open Factory: la manifestazione che, per un pomeriggio all’anno, invita alla scoperta della cultura manifatturiera italiana di alcune eccellenze del Made in Italy. Tra esse ci sarà Unoaerre che, con quasi un secolo di attività, ha tanto da raccontare della sua storia iniziata ad Arezzo e che ad Arezzo prosegue sperimentando il nuovo. Domenica 27 novembre, dalle 14 alle 19, il marchio toscano offrirà ai visitatori un suggestivo viaggio nel proprio museo allo svelamento del suo patrimonio di arte e cultura orafa attraverso 2000 e più opere tra disegni originali, oreficerie e gioielli rappresentativi. Il percorso ha inizio negli anni ’20 della Belle Epoque per toccare poi lo “stile ghirlanda”, l’Art Déco degli anni ’30 , i modelli “tessuto” e “piastrelle” della metà del secolo scorso, le prime collaborazioni di Unoaerre con i grandi artisti e designer negli anni’60 – come Bino Bini, Orlando Orlandini, Francesco Messina, Emilio Grego…-, le figure geometriche ed astratte in linea con le avanguardie storiche degli anni ’70 e giungere fino agli anni ’80 quando all’oro affianca l’argento con gioielli voluminosi dal gusto sobrio ed elegante.


Sarà possibile seguire la diretta digitale su www.open-factory.it e corriere.it, sul canale canale YouTube di ItalyPost, dalla pagina Facebook e Twitter di Open Factory e dalla pagina Linkedin di ItalyPost.

unoaerre.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.