fbpx

Premio Incinque Jewels: seconda edizione

Al concorso, i cui temi sono Convivialità, Interdisciplinarità e Rigenerazione Sociale, è legata un’esposizione il cui fine è quello di generare nuova linfa creativa, promuovendo la cultura e la conoscenza del gioiello contemporaneo nella città di Roma 

Angelo Donadeo: Uovo cosmico, anello argento e perla

Dalla scorsa edizione è nata una Mostra Collettiva con 30 opere di artisti selezionati che ha riscontrato un’eco di grande rilievo. Il “Premio Incinque”, teso a promuovere la cultura del gioiello contemporaneo a Roma sottolineando il dialogo tra colui che realizza l’opera e chi la osserva, in quanto portatore di un messaggio dal valore sociale, si prepara al suo secondo appuntamento aprendo il nuovo bando. Il concorso, promosso dall’associazione Culturale Incinque Open Art Monti di Roma, è curato dall’architetto Monica Cecchini direttore del progetto, e dall’art director Jewelry Emanuele Leonardi, autore del “gioiello narratore”. L’evento sarà per la prima volta allestito presso il sito archeologico “Auditorium di Mecenate” di Roma del 30 a.C., un antico ninfeo voluto da Gaio Cilnio Mecenate, consigliere di Augusto e protettore di letterati e poeti, da cui il termine mecenatismo. 

Auditorium di Mecenate

Convivialità, interdisciplinarità, rigenerazione sociale e gioia sono i temi scelti per questa edizione del concorso Premio Incinque Jewels che quest’anno vuole favorire una riflessione sul tema del “recuperare i gesti e gli animi di convivialità per una rigenerazione sociale”, indagare la funzione del gioiello come oggetto simbolico, non solo ornamento dalla valenza artistica e dall’importanza riconosciuta spesso unicamente per la sua matericità preziosa.

Emanuele Leonardi: collana bronzo e legno lamellare di noce nazionale

La successiva esposizione collettiva vedrà creazioni orafe artistiche, selezionate da una giuria di esperti del settore: Bianca Cappello, storica e critica del gioiello, docente e autrice di diverse pubblicazioni sul gioiello e sulla bigiotteria, Eugenia Gadaleta, consulente di comunicazione e fondatrice del progetto Milano Jewellery Tour, Emanuele Leonardi, art director Jewelry del Premio Incinque Jewels, artista orafo del “Gioiello Narratore”, e Monica Cecchini, presidente dell’Associazione Incinque Open Art Monti, architetto, designer e curatrice di eventi d’arte, con Jonathan Giustini scrittore e giornalista.

Giulia Speranza: Intrinseco, collana bronzo

“Roma si deve riappropriare degli spazi dedicati all’arte, al design e all’artigianato, deve tornare ad attrarre non solo per le sue magnifiche vestigia storiche ma anche per l’immenso patrimonio culturale che ha dato origine al “Made in Italy” – afferma il presidente di Incinque Open Art Monti Monica Cecchini e prosegue – l’obiettivo è quello di creare una comunicazione continua, tra città e artisti, che duri nel tempo”.

Glauco Cambi (vincitore edizione 2019): In touch, collana titanio, argento e acciaio

Ai tre vincitori – a cui è stato chiesto di pensare e progettare un gioiello che valorizzi le antiche arti e che possa creare un legame con l’arte contemporanea, di interrogarsi sul valore della condivisione di idee, sentimenti, stati d’animo – l’opportunità di esporre le proprie opere con una personale per il primo classificato e una bipersonale per il secondo e terzo classificato presso la galleria Incinque Open Art Monti di Roma. Un premio speciale di comunicazione per il gioiello sarà offerto dalla consulente e docente Eugenia Gadaleta: un press kit professionale e una consulenza di comunicazione per far conoscere le proprie creazioni sui media.

Rosa Maria Venetucci: Vinile, anello argento, zaffiri, carbonio

È possibile iscriversi inviando una mail entro il 1° luglio 2021 a  premioincinquejewels@gmail.com specificando nell’oggetto “Candidatura Premio Incinque Jewels”. 

Altre storie
Associazione Orafi e gioiellieri di Trapani, oggi si celebra il corallo