Quasi una donna su tre è stata vittima di abusi nel corso della sua vita.
Ogni giorno 173 donne vengono uccise da un familiare.
Ogni ora sei donne muoiono per mano di un uomo.
Il 25 novembre, data istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il mondo condivide numerose attività di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. È una giornata simbolica, una giornata di partecipazione e di solidarietà che se non serve ad eliminare questa terribile tendenza, può comunque molto nello smuovere le coscienze affinché il numero delle vittime incominci a calare.

Pomellato è sceso in campo con il video “We believe you” a favore di CADMI (Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate, da dieci anni tra le iniziative di sostegno del marchio di gioielli contemporanei) che vede Alessandro Gassmann, Drusilla Foer, Kasia Smutniak, Xenia Tchoumi, Eye Haidara, Nicolas Maury e Sibel Kekilli esortare le donne a farsi avanti, a denunciare la violenza per porre fine allo stigma della sofferenza in silenzio; mentre martedì scorso, 22 novembre ha organizzato “DONNE, AUDACIA, LIBERTÀ, un dibattito, su invito al Teatro Manzoni di Milano, per condividere valori, iniziative e riflessioni – il tema è stato l’AUDACIA, ovvero, riprogrammarsi per uscire dai limiti imposti alle donne e che le donne impongono a se stesse.

Sabina Belli CEO di Pomellato

«L’universo di Pomellato ruota intorno alle donne. Il diritto fondamentale alla sicurezza di ognuna è una necessità della quale abbiamo il dovere di prenderci cura e di cui dobbiamo parlare. Ci impegniamo a fondo per sostenere le donne e con questo messaggio vogliamo che ogni vittima di violenza sappia che non è sola, che la ascoltiamo, che le crediamo e la incoraggiamo a parlare per rompere il cerchio del silenzio». Ha spiegato la Sabina Belli
Per sostenere CADMI, dona al link: https://cadmi.org/sostieni-cadmi-dona/

pomellato.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.