fbpx

Oroarezzo: 31esima edizione di PREMIERE

Il bracciale, liberamente interpretato, sarà il tema del contest

Torna in presenza Première, il contest, organizzato da Oroarezzo e Italian Exhibition Group (IEG) che premia l’eccellenza manifatturiera. Quella di maggio sarà la 31esima edizione ed avrà per tema il ‘bracciale’, simbolo di infinito e di legami indissolubili che richiama anche il messaggio di pace e di unione universale, senza confini politici, culturali, geografici e religiosi, di cui si è fatta portavoce l’edizione 2022 di Oroarezzo, in programma dal 7 al 10 maggio, quattro giorni di business che valorizzeranno l’oreficeria e i componenti del gioiello (semilavorati, chiusure e montature) rivolti a laboratori artigianali e aziende produttrici, il tech con l’innovazione di prodotto e processi, e il “pronto vendita” grazie all’area Cash&Carry apprezzata in particolare dai retailer italiani ed esteri in vista del riassortimento stagionale.
 
I soli requisiti richiesti per le creazioni in gara sono carattere moderno e forza luminosa, senza limiti di creatività: design, forme, lavorazioni e dimensioni potranno rispecchiare lo stile e l’ispirazione di ogni azienda.
 
Ad Arezzo Fiere e Congressi l’appuntamento con l’#artofmanufacturing porterà il meglio della produzione orafa italiana ed internazionale, dell’eccellenza nel design e dell’arte della manifattura. Un’espressione di stile, abilità produttive e creatività su cui le aziende espositrici si misureranno, portando in gara le loro creazioni a tema.
 
I pezzi selezionati, esposti nei quattro giorni di fiera, saranno valutati da una giuria composta da professionisti ed esponenti del mondo della gioielleria e della moda, dei media e della comunicazione. Domenica 8 maggio la proclamazione del vincitore. A presiedere i lavori Beppe Angiolini, art director di Oroarezzo e Presidente onorario della Camera Nazionale Buyer della Moda che, sul concept del concorso, afferma: “La vita è un’arte preziosa. Un gioiello tra passato e presente, tra culture vicine e lontane che crea novità e bellezza. Una sintesi di luce, splendore e pace”.
 
 www.oroarezzo.it

Altre storie
“Ambiente”a febbraio si torna in presenza