Guardalo. È una sorta di collisione tra gioiello e scultura, complessa ed estrema, che si accorda alla geometria del colore – ora è il tempo dell’intenso verde dello smeraldo taglio sfaccettato, un’isola ipnotica.
 

Questo artwork, one of a kind, è parte di lei, di Manuela, artista nel pensiero e nelle mani, che inonda la crudezza della materia, da sempre al centro della sua ricerca estetica, di una incantevole delicatezza, facendo della preziosità dell’oro e delle gemme quasi un tema marginale se comparato alla sorprendente condivisione di spazi fisici e spazi vuoti, percettibili come respiri. Ma è questo il suo gioco stilistico: un equilibrio volutamente in contrapposizione, accentuato finanche dalla rotondità della gemma protagonista, posata su quello che sembra un profilo roccioso. Un equilibrio che raggiunge andando molto lontano, anche più del suo immaginato, mossa da un rapporto d’amore puro con il proprio lavoro.
Per questo anello pezzo unico, in oro bianco, oro giallo, smeraldo e diamanti, in cui trova le sue vie di luce, le regole sono quelle convenzionali, tutto artigianale con predilezione per la tecnica a cera persa, un valore che per serietà riserva anche ad altre performance come al prêt-à-porter

www.manuelatelesca.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.