fbpx

Lucedeimieiocchi, creazioni svincolate dalla normalità

Per esprimere la loro natura Daniela Garofalo ha immaginato un espositore minimal, vero oggetto di design

Non è la novità che ruba l’interesse, non è l’oggetto diverso a farsi spazio, ma quello capace di vibrazioni. Di un gioiello, ad esempio, si esige che sia parte di noi anche se per noi non è stato disegnato, che sia in grado di aprire quella porticina dietro cui si annidano le emozioni. Daniela Garofalo quelle porticine le conosce perché ogni sua creazione nasce da un fatto. Anche il suo nuovo gioiello, Aurora, di luce nel nome e nella materia (oro 18 kt, diamanti e perla giapponese), come la persona che lo ha ispirato, una persona molto importante da poco entrata nella sfera dei suoi affetti più cari.

Daniela Garofalo

Aurora è una coppia di orecchini dove la materia, l’oro sabbiato, si fa cedevole per abbracciare morbidamente la purezza di una perla Akoya, che una piccola distesa di diamanti illumina senza rubarle la scena.

Orecchini Aurora

Come può un oggetto, nel suo caso un gioiello, diventare un’attrazione per chi lo guarda?La creatività parla un linguaggio comprensibile a tanti, una sorta di cifrario dei sentimenti. Quando disegno un gioiello provo a svincolarlo dalla normalità per fare spazio a sensazioni che abbiano un peso tale da penetrare in esso e perciò manifestarsi. Chi coglie questo messaggio intuisce che indossare quell’oggetto significherà distinguersi”.


Per questo, per i suoi manufatti Lucedeimieiocchi ha voluto un visual che potesse sottolinearne il singolo dettaglio, anche quello non percepibile. Lo ha realizzato l’architetto Michele Piccolo utilizzando unicamente materie naturali, quelle di madre Terra: legno, ottone, onice, marmo. Un mero oggetto di design minimal, in dotazione alle gioiellerie che faranno ordinativi in oro.

www.lucedeimieiocchi.com


Altre storie
Premiati i piccoli tennisti sponsorizzati da Lebebè