fbpx

Louis Vuitton, il mitico Tambour ora in quattro nuove versioni sportive ed eleganti

L’orologio nato nel 2002 ha cambiato più volte pelle ma ne è rimasto immutato il fascino

È tra quegli orologi indefettibili, o innovativi, o semplicemente belli, che segnano epoche. Le quattro nuove edizioni del Tambour Street Diver di Louis Vuitton (rispettivamente Skyline Blue, Neon Black, Black Blaze e Pacific White, i primi tre automatici, l’ultimo al quarzo) assommano forse tutt’e tre le virtù di quegli orologi che si fanno ricordare. Il capostipite nacque nel 2002, una delle successive versioni, il Tambour Curve Flying Tourbillon, fu certificata dal Punzone di Ginevra, le ultime quattro hanno vocazione sportiva e piacciono non meno dei predecessori.

Orologio subacqueo di fabbricazione svizzera artigianale (il tempo trascorso sott’acqua viene letto sulla lunetta interna, i primi 15 minuti sono evidenziati dal blocco di colore ben leggibile tra 12 e 3), il nuovo Tambour Street Diver esibisce la peculiare cassa in acciaio, affusolata in modo da garantire il massimo comfort al polso, da 44 mm per gli automatici e da 39,5 per la versione al quarzo, ricavata da un unico blocco di metallo, più larga alla base rispetto alla parte superiore, molto apparentata con la forma di un tamburo.

L’urban style gli dà ulteriore carattere ma non è predominante, lasciando che i colori, l’eccentricità dei quadranti (la sensazione di profondità e di intensità nel guardarli è resa possibile perchè l’inclinazione verso l’interno della flangia attira l’occhio al centro del quadrante), il design non conforme, il sistema dei cinturini in caucciù a cambio rapido gli conferiscano un assetto da sportivo elegante.

http://it.louisvuitton.com › ita-it

Altre storie
Rosato, un nuovo charm per combattere la violenza sulle donne