fbpx

L’arte orafa perde un grande maestro: Giovambattista Spadafora

Con la sigla GBS ha firmato intramontabili capolavori

È trascorso quasi un mese dalla scomparsa di Giovambattista Spadafora ma il vuoto è colmato dal ricordo di una vita semplice, carica di affetti, di ingegno e di passione per un’arte, appresa da bambino, che dalla sua Calabria ha incantato tutto il mondo. I suoi lavori artigianali, tra cui molte corone reali, hanno il valore dell’unicità e continueranno ad essere lo sprone per i suoi figli e per le nuove generazioni che al mondo orafo vorranno avvicinarsi con vera dedizione. Un maestro che ha vissuto in simbiosi con il proprio lavoro che ha portato avanti con genialità e lungimiranza: la sua collezione di 468 ori antichi che ha custodito gelosamente sono patrimonio pubblico vincolato dal ministero dei Beni culturali.

www.spadaforagioielli.it

Altre storie
Taitù Milano. Il piacere di sentirsi a casa, un’arte tutta italiana