fbpx

L’Antico Borgo Orefici sarà il primo “quartiere parlante” di Napoli

Un progetto di valorizzazione che, attraverso 25 targhe turistiche, svelerà la storia e le curiosità del cuore della città

Addentrarsi nel cuore di Napoli attenti a individuare quello che all’occhio distratto non si manifesta. Da domani, 27 maggio 2021, si potrà andare alla scoperta di una città diversa percorrendo quei vicoli che di curiosità, tradizione e storia (ben 8 secoli) ne hanno da vendere. A renderlo possibile sono 25 targhe, (in inglese e in italiano con relative audioguide accessibili da QR) collocate lungo il camminamento dell’Antico Borgo Orefici,  che faranno di una passeggiata una memoria da tramandare. Da Corso Umberto I – il Rettifilo – fino a piazza Mercato, sarà un itinerario culturale che svelerà pagine importanti della città, dalle avventure del condottiero Fabrizio Maramaldo all’incontro di Alfonso d’Aragona con Lucrezia d’Alagno, per citarne alcune.

Roberto de Laurentiis presidente Consorzio Antico Borgo Orefici

Le 25 targhe, tratte da ‘Storie di Napoli’ (il più grande portale di divulgazione storica locale in Italia) sono frutto del progetto realizzato da un gruppo di under 28, in collaborazione con il Consorzio Antico Borgo Orefici, di cui è presidente Roberto de Laurentiis, e con il Comitato residenti, rappresentati dal vice presidente Francesco Paolo Esposito. 

La prima targa, che riporta la mappa dei luoghi, sarà in Via Giuseppe Marotta. 

Altre storie
Piaget, c’è ancora tempo per visitare “The art of Ultrathin watchmaking”