fbpx

Il Tarì è #Open

Dall’8 all’11 ottobre a Marcianise l’eccellenza preziosa del Made in Italy per un’edizione (sold-out) che ha riportato in presenza gli operatori del settore e grande soddisfazione tra i partecipanti.

Si è concluso l’evento al Centro Orafo di Marcianise che ha visto coinvolte le oltre quattrocento imprese insediate e novanta aziende ospiti provenienti da tutta Italia e più di cento buyers stranieri provenienti da venti Paesi grazie anche al supporto di ICE agenzia. Una fiera che ha coinvolto moltissimi dettaglianti orafi con gli incontri in presenza come d’altronde «accade tutto l’anno – come ha raccontato il presidente Vincenzo Giannotti perché il Tarì è aperto tutti i giorni. La crescita del fatturato ed una previsione verso il futuro ci pongono di fronte ad un ottimismo che ci fa ben sperare. Il ritorno alla normalità ormai è alle porte e questa edizione fieristica lo ha dimostrato tutto».

Preziosa Magazine nei quattro giorni di #Open ha incontrato gli operatori del settore: Giovanni Glave per Unoaerre; Stefano Mischi, Borsari Gioielli; Alberto Martinelli, Artlinea; Roberto Govoni, Govoni Gioielli; Roberto Giannotti, Roberto Giannotti.

Non mancano commenti di soddisfazione da parte dei rappresentati del mondo orafo. Tiziana Di Gennaro consigliere delegata del Tarì con delega al marketing ci ha raccontato della digitalizzazione in corso della comunicazione del Centro. Durante l’evento si è discusso anche di diamanti, il futuro del settore tra diamanti naturali e sintetici nell’ambito di un convegno a cura di Federpreziosi condotto dal direttore Steven Tranquilli. Hanno preso parte al dibattito Loredana Prosperi direttore dell’Istituto Gemmologico Italiano, Andrea Sangalli presidente dell’Associazione Orafa Lombarda e Laura Inghirami esperta di tendenze giovanili. «Lo scopo è chiarire quali sono le differenze tra le due pietre, per fornire una corretta informazione agli operatori del settore – ha dichiarato il direttore Tranquilli»

Altre storie
Il tempo speciale dell'Isola d'Elba nei cronogafi della Locman.