fbpx

Gem Dior, l’asimmetria è un pregio

Le geometrie inattese di Victoire de Castellane, direttrice creativa della Maison, diventano spirito costitutivo della nuova collezione

“Volevo disegnare una collezione di orologi e gioielli che non fosse figurativa -dichiara Victoire de Castellane, direttrice creativa di Dior Jewelry- Lo spirito di questa collezione è moderno, è uno stile che definirei organico astratto, un mix organizzato che si è rivelato una vera sfida tecnica per i nostri atelier”.

Per questa sua ultima impresa, infatti, Victoire de Castellane si è spinta oltre i parametri estetici che caratterizzano da sempre la Maison parigina, ripartendo principalmente dalle asimmetrie, che diventano lo spirito costitutivo della nuova collezione Gem Dior, composta da sette orologi e undici gioielli.

Nei primi come nei secondi la fa da padrone l’inatteso, appena il tempo di ammirarne le audaci costruzioni e l’occhio è portato a indagarne subito e piacevolmente altre, indugiando poi parecchio sulle cromie, complici insostituibili delle belle intuizioni della designer.

La sua audacia creativa s’esprime libera e disinvolta nella finezza irrituale di orecchini, anelli e bracciali della linea (oro bianco, giallo e rosa 18kt, diamanti e pietre decorative), diventa gradevolmente spregiudicata negli orologi (in oro giallo, bianco e rosa 18kt e diamanti, oppure in oro giallo abbinato ad acciaio inox e diamanti o in solo acciaio inox, tutti con movimento al quarzo), il cui quadrante ripete le texture dei minerali (onice, lapislazzuli e pietre ornamentali) oppure è costituito da madreperla bianca e nera, secondo accostamenti ed alternanze che potenziano le asimmetrie di cassa e bracciale, mai prevedibili.

www.dior.com

Altre storie
I Bijoux delle Feste: gioielli americani in mostra