fbpx

Eberhard & Co., per i 20 anni del Chrono 4 lancia il Chrono 4 “21-42”

Un cronografo meccanico a carica automatica con 4 contatori allineati sul quadrante

È un nuovo modello il Chrono 4 “21-42”, creato per celebrare i 20 anni dell’orologio che nel Terzo Millennio ha rivoluzionato la lettura del tempo. Ma bisogna fare un passo indietro per tracciarne la storia, a quando l’allora CEO del Brand, Palmiro Monti, ebbe l’intuizione di ricercare un espediente tecnico che facilitasse la lettura dei contatori cronografici, di norma standardizzata su due o tre quadrantini disposti a ore 12, 3 e 9.
Furono necessarii anni di tentativi e modificare i movimenti tradizionali prima di raggiungere i risultati sperati. Nel 2001 brevettò un dispositivo supplementare al movimento di base che consentì di allineare 4 contatori in modo logico ed accattivante. Il successo di Chrono 4 fu immediato e Eberhard & Co. lo declinò in varie versioni di grande attrattività.


Tra le sue evoluzioni c’è l’introduzione della variante Géant, sviluppata in acciaio, titanio e full black, versione protagonista anche delle edizioni limitate lanciate per il 10° anniversario della collezione.
Chrono 4 fu anche proposto in un modello denominato “Temerario” per l’audacia del design e l’applicazione di ingegnosi dispositivi aggiuntivi brevettati da Eberhard & Co.


Numerosi personaggi famosi hanno scelto Chrono 4, tra loro Jackie Chan, che volle un’edizione limitata per celebrare il suo sessantesimo compleanno, nel 2014. Ma anche il campione Loris Capirossi ha il “suo” Chrono 4, altra edizione limitata a 195 esemplari, del 2008, chiamata CAPIREX in suo onore.
Un modello eccezionale è stato proposto dalla Maison in occasione del suo 130esimo anniversario, con quadrante scheletrato e ponte superiore in vetro zaffiro per consentire di intravedere i ruotismi del movimento trattati in DLC.

La cassa del nuovo Chrono 4 è di 42 mm di diametro, la più richiesta sul mercato dei cronografi sportivi, la finitura è lucida, come quella della lunetta in acciaio che caratterizza una delle due versioni (l’alternativa è la lunetta in ceramica), inalterato il calibro EB. 251, vetro zaffiro antiriflesso,
quadrante con lavorazione Clous de Paris per la parte centrale e “azurée” per i 4 contatori, e spazia dal total look grigio avio, nero o bianco ai contrasti del bianco/nero o argenté/nero, disponibili bracciale in acciaio e cinturini in gomma o alligatore, questi ultimi con l’esclusiva boucle déployante Déclic®.

Altre storie
Preziosa Magazine, n.1/2009