fbpx

DoDo rinnova il suo impegno green, perché il mondo è di tutti

Blue Forest, il nuovo progetto-gioiello per l’ambiente, si inserisce tra le iniziative dedicate alla salvaguardia della Terra, a cui è dedicato l’EARTH DAY, che si celebra il 22 Aprile

Le risorse naturali dipendono da un delicato equilibrio che stiamo danneggiano ogni giorno di più. Ognuno di noi ha, quindi, il dovere e la responsabilità di prendersi cura dell’ambiente, anche nella quotidianità. Tra i grandi impegni rientra quello che DoDo sta portando avanti in collaborazione con l’Impresa Sociale Tēnaka, fondata da Anne-Sophie Roux. Si chiama Blue Forest ed è un progetto eco-conscious teso a promuovere il ripristino di una foresta di mangrovie ripiantando 3000 alberi su 2 ettari di costa malese nello stato di Sabah.

DoDo Blue Forest – Piantagione


Una scelta importante se si tiene conto che l’83% del ciclo globale del carbonio circola nell’oceano e che gli ecosistemi costieri come le mangrovie e le paludi di marea rappresentano la metà della quantità totale del carbonio assorbito, inoltre, le mangrovie offrono protezione dalle tempeste e dall’innalzamento del livello del mare, prevengono l’erosione delle coste e forniscono un habitat per molti pesci, crostacei e rettili, aiutando la conservazione delle specie marine in pericolo. Ciononostante gli ecosistemi costieri di carbonio blu sono tra i più minacciati sulla terra con una stima del 50% delle mangrovie distrutte o perse solo negli ultimi 50 anni.


Per ripristinare le mangrovie della DoDo Blue Forest, i biologi di Tēnaka raccolgono nuovi germogli da alberi di mangrovia maturi, facendoli poi crescere in vivaio per 6-12 mesi. Una volta maturi vengono piantati durante la bassa marea. Le nuove mangrovie sono monitorate dai biologi di Tēnaka coinvolgendo anche gli studenti che lavorano insieme ad essi in ogni piantagione.


Il 22 Aprile ricorre l’EARTH DAY e il bracciale Granelli DoDo for Tēnaka, simbolo del nuovo impegno green del brand – tra i primi ad utilizzare l’oro responsabile al 100% in tutte le sue creazioni – si carica ancora di più di valori, essendo realizzato con materiali plastici raccolti nel Mar Mediterraneo, rimodellati e colorati in gradazioni di verde dalla REVET di Pisa.

Bracciale Granelli DoDo for Tēnaka realizzato con materiali plastici raccolti nel Mar Mediterraneo

Restituire è il filo conduttore che ci guida nel costante progetto di sostegno ad attività per la salvaguardia della Natura. Vogliamo continuare a contribuire ad azioni che possano ricostruire gli habitat naturali distrutti dall’incuria e dallo sfruttamento dell’uomo nelle ultime generazioni. Siamo orgogliosi di essere, ancora una volta, al fianco di Tēnaka e di sostenere l’entusiasmo appassionato e coinvolgente di una giovane donna, visionaria e talentuosa come Anne- Sophie Roux”. Sabina Belli, CEO di DoDo

La fondatrice di Sociale Tēnaka, Anne Sophie Roux, al lavoro


Sono molto orgogliosa di collaborare con un brand così pionieristico che porta la sostenibilità a un nuovo livello di azione concreta. DoDo si unisce a me nell’ambizioso obiettivo di ripristinare i pozzi di carbonio blu del nostro pianeta, e più specificamente le mangrovie, attraverso la DoDo Blue Forest. Possiamo e dobbiamo farlo: gli scienziati ritengono ormai che ci restano 30 anni per ripristinare l’Oceano e frenare la crisi climatica”. Anne Sophie Roux – Fondatrice di Tēnaka

Altre storie
Charlene di Monaco in Dior ai Princess Grace Awards