fbpx

Da Sotheby’s in asta una tiara reale

Attraverso un filtro Instagram è possibile indossarla virtualmente e scattarsi una foto

Sarà l’highlight dell’asta “Magnificent Jewels and Noble Jewels“, in programma a Ginevra l’11 maggio. È una magnifica tiara in perle naturali e diamanti della seconda metà del XIX secolo, probabilmente donata a Maria Vittoria dal Pozzo pe le nozze con Amadeo I di Savoia, duca d’Aoste, poi re di Spagna nel 1867. Composta da graduati motivi a spirale è incastonata con diamanti a cuscino, circolari e a taglio singolo, che incorniciano undici perle naturali a forma di goccia leggermente barocche, si ritiene sia stata creata da Musy Padre e Figli – gioielliere di corte di Torino e uno dei più antichi orafi d’Europa

È una delle tiare più importanti apparse sul mercato negli ultimi anni, sarà offerta con una stima di 1-1,5 milioni di dollari (CHF 930.000 – 1.395.000). 

Per il suo lancio Sotheby’s presenta un nuovo filtro Instagram, disponibile sul profilo ufficiale di Sotheby’s (@sothebys) e sull’account dedicato ai gioielli (@SothebysJewels), che permette di “provare” virtualmente la tiara e scattarsi una foto mentre la si indossa, sullo sfondo 3D della Palazzina di Caccia di Stupinigi a Torino – un tempo residenza reale di caccia di Casa Savoia.

La tiara in versione collier

Le tiare sono sempre state il fiore all’occhiello delle grandi collezioni di gioielli, ma nell’ultimo decennio la loro popolarità è salita a livelli senza precedenti. Questi pezzi storici sono apprezzati in tutto il mondo, non solo per la loro maestria e la qualità dei materiali che li rende vere e proprie opere d’arte, ma anche per la loro importanza storica ed emotiva: un mix di magnificenza e intimità. Unendo due antichi simboli di ricchezza e status (perle naturali e diademi), la tiara che abbiamo il privilegio di presentare a Ginevra a maggio racchiude tutto lo sfarzo, il potere e il portamento associati ai gioielli reali. La versatilità di questo bellissimo gioiello, indossabile anche come collana, lo renderà senza dubbio un pezzo molto ambito per molti collezionisti”. Ha dichiarato Benoit Repellin, responsabile dell’asta “Magnificent Jewels” di Sotheby’s Ginevra

Altre storie
Doris Betz, progettare da una linea