Sono gioielli per chi crede ancora che l’etica sia tra i valori irrinunciabili anche in un comparto come quello della estrazione e della lavorazione dei diamanti, e per chi pretende che a modellare la creazione dei propri sogni siano unicamente mani di operosi artigiani (che sviluppano il singolo progetto secondo collaudate procedure tradizionali, come la lavorazione dell’oro grezzo con tecniche di fusione a cera persa).

CieRre Gioielli acquista solo Kimberly Diamonds, ossia diamanti naturali certificati che non provengono da zone di guerra, che rispettano l’umanità e il mondo, e le mani sono quelle di orafi d’alta scuola partenopea che, partendo dal progetto di base, limano, assemblano, smerigliano l’oggetto prezioso per esaltarne ogni pregio. Gli incastonatori impreziosiscono il gioiello con pietre selezionate; si passa infine alla lucidatura, alla rodiatura e ad eventuali incisioni.

In occasione del prossimo Open Tarì, in programma dal 7 al 10 ottobre 2022, l’azienda sfoggerà il suo profilo migliore proponendo gioielli senza tempo in oro e materiali preziosi, con pietre colorate, diamanti o perle, sia femminili che maschili, per ogni occasione speciale: San Valentino, laurea, Festa della Mamma o Festa del Papà, nascita e fidanzamento, oltre ad uno speciale assortimento di anelli e solitari, bracciali tennis e collane con pendenti, secondo una ricerca di distinzione portata avanti fin dal 1973.

https://www.cierregioielli.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.