fbpx

Camilla Carli: dall’architettura al gioiello in un cammino di creatività

Per me ogni gioiello è come un piccolo progetto che parte da un’ispirazione

Camilla Carli

Sin da bambina la creatività è stata la sua compagna di vita, una passione che ha coltivato anche dopo la laurea conseguita presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio, un periodo che l’ha vista impegnata come architetto tra Svizzera e Italia ma anche in veste di creatrice di bijoux, perché proprio dagli studi in architettura ha imparato ad avvicinarsi al gioiello ed appassionarsi all’intero percorso: dall’idea, al disegno, alla realizzazione tra una infinità di prove, perché è da queste che nasce tutto e il contrario di tutto.

Per me ogni gioiello è come un piccolo progetto che parte da un’ispirazione che può arrivare, da un libro da una foto oppure da una pietra, e approda alla scelta delle forme e dei materiali più diversi.

I corsi di oreficeria alla Scuola Orafa Ambrosiana, nel 2018, le hanno dato quella libertà necessaria a plasmare il metallo senza limitarsi al solo assemblaggio. Il mondo dell’oreficeria e dei metalli preziosi è diventato a tutti gli effetti il suo mondo.

Le mie creazioni sono pezzi unici o piccole serie, fatti a mano incatenando elementi semilavorati, metalli preziosi, ottoni, pietre o cristalli che trovo e scelgo in base alle forme che voglio realizzare.”

camillacarli.com

Altre storie
Splendida Persia, una mostra al Museo del Bijou