Una nuova superficie di 17.500 metri quadrati, l’assunzione di 650 nuovi dipendenti prevista entro il 2028 e una prestigiosa scuola di formazione in collaborazione con Tarì Design School: questo il progetto della nuova Manifattura Bulgari che consentirà di raddoppiare l’attuale capacità produttiva del sito, portandolo ad una superficie complessiva di 32.000 metri quadrati, candidando di fatto la maison a diventare probabilmente la più grande manifattura di gioielli al mondo.

L’espansione della Manifattura nasce dalla stessa ambizione audace che ha dato vita all’attuale sito produttivo, ovvero di permettere agli artigiani di praticare un’arte antica con un approccio orientato al futuro”. ha commentato Jean Christophe Babin AD Bulgari.

Jean Christophe Babin AD Bulgari

Tutti i gioielli Bulgari sono realizzati esclusivamente in Italia perché crediamo nella manifattura autentica e tradizionale, e nel valore aggiunto di operare laddove risiede il vero know how. Il nostro obiettivo non è unicamente quello di supportare la crescente richiesta globale, nel medio e lungo termine, per gioielli senza tempo e realizzati magnificamente, ma anche di continuare ad investire nel genio e nella maestria che hanno reso l’artigianato italiano celebre in tutto il mondo – e di cui Valenza è un esempio illustre nel campo della gioielleria, poiché costituisce un polo di eccellenza orafa sin dal Rinascimento.

la grande manifattura Bulgari

Cuore pulsante del progetto, oltre al sito produttivo, la scuola di formazione, sviluppata e gestita in collaborazione con TaDS (Tarì Design School), la scuola di oreficeria del Centro Orafo Il Tarì con sede a Marcianise, che rappresenterà la prima scuola di formazione professionale di Bulgari rivolta a studenti esterni. Un’opportunità unica per offrire un percorso di professionalizzazione alle nuove generazioni di gioiellieri e assicurare opportunità di lavoro nel settore orafo. Già a inizio di gennaio, tredici giovani studenti artigiani della scuola orafa campana sono stati assunti nella Manifattura Bulgari di Valenza per iniziare un percorso di formazione e crescita professionale nel mondo dell’oreficeria. Giovani che, seppur stipendiati, cominceranno il loro percorso professionale con una iniziale formazione interna all’Azienda della durata di quattro mesi, focalizzata sulle tecniche di lavorazione dei gioielli della Maison con, come docenti, i Mastri artigiani della Bulgari Jewellery Academy

In un momento complesso a livello globale, vogliamo lanciare un messaggio positivo per il futuro, continuando ad investire nel nostro paese. Questo ci consentirà di creare numerosi nuovi posti di lavoro diretti nei prossimi 5 anni e alcune centinaia di posti di lavoro indiretti attraverso i nostri fornitori.” conclude in una nota Jean-Christophe Babin.

La Scuola Bulgari riserverà particolare attenzione alle nuove generazioni, con l’obiettivo di attirare l’interesse dei giovani verso l’oreficeria, offrendo loro la possibilità di apprezzare la bellezza dell’artigianato e della tecnologia alla base del processo di realizzazione dei gioielli.

Concepita come un percorso unico per professionalizzare e inserire i più giovani, la Scuola Bulgari sarà un centro di riferimento culturale per il settore orafo e un’occasione per proiettare nel futuro la tradizione orafa italiana. Il percorso formativo durerà complessivamente circa un anno e comprenderà lezioni teoriche e molte ore di pratica, coinvolgendo i manager e i maestri artigiani di Bulgari. Al termine del percorso, gli studenti saranno pronti per entrare nel mondo del lavoro e i migliori avranno l’opportunità di essere assunti direttamente dall’antica maison romana.

https://www.bulgari.com/it

www.taridesignschool.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.