Sono sempre più numerosi che smaltirli è diventata una vera sfida – alcuni rifiuti, oltretutto, contengono percentuali importanti di metalli, in certi casi preziosi, e recuperarli si è dimostrata una risorsa per le industrie ed un ristoro per l’ambiente, incidendo sulla riduzione delle estrazioni di materie prime dal suolo.
 
Nel 1979, quando il termine ambientalismo ancora non era entrato nel vocabolario di tutti, la BTT ITALIA operava già nella sostenibilità, generava economia circolare facendosi punto di riferimento nella progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti di recupero e affinazione dei metalli preziosi, una pratica che nel corso degli anni ha visto il suo know-how raggiungere livelli di competizione sempre più autorevoli.


Basti dire che l’oro utilizzato per la doratura nei settori porcellana/restauro/mobilio, realizzata principalmente con foglia o polvere di oro, come pure l’oro liquido impiegato per la galvanica, oggi, attraverso un particolare processo innovativo d’affinazione, può essere recuperato e reintrodotto nel ciclo produttivo, così come avviene da anni nel settore delle aziende orafe di tutto il mondo.
 
Recuperare, dunque, per garantire nuova vita a ciò che potrebbe essere destinato alla discarica.
 
BTT ITALIA che ha rivoluzionato il settore brevettando i primi reattori rotanti, tuttora svolge tutti i processi per la raffinazione dei metalli con sistemi pirometallurgici, idrometallurgici ed elettrochimici. Inoltre, è specializzato nella progettazione su misura e nella ricerca di soluzioni performanti, sicure e stabili per il settore industriale, delle aziende orafe, delle miniere e del recupero RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche).
 


bttimpianti.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.