fbpx

Amlé un messaggio di arte e di cultura dall’effetto teatrale

Collezionista di tradizioni, Marisa Angelucci manipola le epoche per raccontare il lato immaginifico di storie che imbastisce come un ricamo, in gioielli oversize.

Con originali colpi di scena spoglia del suo significato primigenio l’arte religiosa, smuove la festosità del patrimonio etnico, sottrae alla Natura dettagli con la capacità di ricreare altre accattivanti atmosfere che ne cambiando la percezione.
Tra ex voto, tamburelli miniaturizzati, corni, nappe imponenti, cuori, cammei…, il motivo ricorrente è il fuoco vivo di una spettacolarizzazione ricca di simboli, la contaminazione potenzialmente illimitata che non sacrifica neppure il più piccolo elemento. Siamo vis a vis con un design privo di filtri, con un’esplosione rivoluzionaria di raffinatezza che si fa indossare con lo stesso entusiasmo con cui è ideata e realizzata.

Marisa Angelucci, owner e designer di Amlè

Per poter creare è necessario avere un’indole, ma ancora più importante è studiare,

Marisa, Amlé è un brand che pensa con originalità ma valorizza il sapere manuale. È tuttora così?
Sempre. Tutte le nostre creazioni sono fatte a mano perché riteniamo fondamentale la manualità.

È il trascorso da antiquaria che contraddistingue la sua cifra stilistica?
Sicuramente la conoscenza appresa da antiquaria contraddistingue le nostre creazioni, ma anche la ricerca storica ed artigianale del territorio e il design della moda, oggi apportato anche da Marco Ferra, direttore artistico di Amlé.
Il corno è stato l’elemento naturale con cui ha avuto inizio la storia di Amlé. È ancora il prescelto?
È sempre presente.
È un materiale splendido perché ha il potere di armonizzare il gioiello di design come quello dallo stile più vicino al barocco, soprattutto quando utilizziamo elementi vintage, o antichi, per creare gioielli ‘haute couture’.

Qual è il messaggio che vorrebbe trasmettere ai creativi di domani?
Non dimenticarsi di guardare intorno, per il design e per la moda. Per poter creare è necessario avere un’indole, ma ancora più importante è studiare, rifarsi alla storia. Non deve essere una ricostruzione del tempo ma una interpretazione personale attraverso la quale portare il passato ai giorni nostri.

https://www.amle.it/shop/

Altre storie
Preziosa Magazine in fiera