fbpx


Al via dal 15 dicembre il Museo Permanente del Gioiello Italiano di Vicenza

L’eccellenza orafa italiana per ora sarà visitabile solo in digitale per motivi di emergenza sanitaria, dal 2021 saranno aperte le sale nella Basilica Palladiana di Vicenza

Il Museo del Gioiello Italiano di Vicenza diventa Museo Permanente del Gioiello Italiano. Non è solo questione terminologica, significa che viene istituzionalizzata la nostra capacità di trasformare gemme e metalli nobili in manufatti d’alta espressione artistica, destinabili alle teche di un museo dove s’attende una vasta schiera di visitatori internazionali.

“Il Museo del Gioiello diventa sempre più un riferimento culturale per l’intero settore e consolida il suo ruolo all’interno della ricca offerta artistica della Città di Vicenza, storicamente legatissima al mondo dell’oro. Italian Exhibition Group con il Museo del Gioiello e Vicenzaoro, unisce così obiettivi culturali a quelli di business, confermando il suo ruolo di leadership per l’intero settore e portando su Vicenza l’attenzione di tutta la community internazionale della gioielleria.”

Marco Carniello, Group Brand Director Jewellery & Fashion di IEG

La creatività artistica, produttiva e tecnologica del gioiello italiano sarà esibita in 9 sale (Sala Simbolo, Sala Magia, Sala Funzione, Sala Bellezza, Sala Arte, Sala Moda, Sala Design, Sala Icone e Sala Futuro, cui si aggiunge la Scelta del Direttore) in cui grandi marchi, medie e piccole aziende dei distretti orafi del territorio si troveranno fianco a fianco per spiegare e mostrare al mondo il senso profondo del’eccellenza italiana.

“La nuova edizione rappresenta un omaggio alla bellezza italiana, alla manifattura eccellente dei nostri territori orafi, all’arte, alla moda e al design che rappresentano il Made in Italy nel mondo. Il gioiello crea delle interconnessioni insolite che stupiranno i visitatori. La nuova edizione italiana permette di concentrare lo sguardo su un caleidoscopio affascinante di gioielli, avvicinando contesti solitamente distanti e dimostrando la solidità del sistema orafo nazionale.”

Alba Cappellieri, Direttrice del Museo del Gioiello Italiano

Al comitato scientifico composto da 9 curatori provenienti dai più rappresentativi territori orafi nostrani, da Vicenza a Valenza, da Arezzo a Torre del Greco, spetterà il compito di raccontare nel migliore dei modi le storie orafe che fanno grande il nome del nostro Paese nel mondo.

Per motivi di emergenza sanitaria, per ora si partirà solo in digitale, con un’inaugurazione delle sale del Museo on line il 15 dicembre (https://www.museodelgioiello.it/it/), rimandando al 2021 l’inaugurazione negli spazi della Basilica Palladiana di Vicenza.

Altre storie
Assocoral, Mazza: “A Torre del Greco focus internazionale sullo sfruttamento sostenibile delle risorse”