fbpx

Aether, diamanti sostenibili a impatto zero per l’ambiente

La CO2 si porta al dito

È balzata agli onori della cronaca per essere il principale artefice dell’effetto serra, ma qualcuno l’ha catturata e l’ha trasformata in qualcosa di molto prezioso per la terra e… per l’uomo: un diamante. Quel qualcuno si chiama Aether ed è l’unico marchio di diamanti a produrre carbonio in modo sostenibile. La start up è americana ed è stata fondata da Ryan Shearman, Co-Founder & CEO of Aether, ingegnere meccanico con esperienza ultradecennale in gioielleria e tecnologia; da Robert Hagemann, Co-Founder & CMO of Aether, vincitore del premio 40 Under 40; e da Dan Wojno, Co-Founder & COO of Aether, anch’egli con più di dieci anni spesi nel mondo del gioiello.

Le gemme che crea sono di alta qualità, come certifica, secondo gli standard dei diamanti estratti, l’International Gemological Institute, e l’impatto sull’ambiente per la loro realizzazione è pari a zero poiché il processo utilizza solo energia rinnovabile riducendo al contempo la presenza di CO2 nell’aria e il conseguente riscaldamento globale (per ogni carato rimuove 20 tonnellate di inquinamento atmosferico).

I diamanti Aether sono i primi al mondo a ricevere la certificazione Vegan perché, come spiegano: tutti i diamanti estratti distruggono gli ecosistemi e gli habitat della fauna selvatica e tutti gli altri diamanti coltivati ​​in laboratorio dipendono dai combustibili fossili come fonte di carbonio che significa sostenere la perforazione e il fracking e la distruzione ambientale/fauna selvatica ad essi associata. Sul mercato gli Aether sono gli unici diamanti che utilizzano il carbonio dell’atmosfera e l’energia verde proveniente da fonti sostenibili per creare un pianeta più sano per gli esseri umani e la vita animale di ogni tipo.

Perché un diamante si possa dire perfetto il processo deve seguire 4 fasi:
1) L’aria viene aspirata e la CO2 raccolta in speciali filtri;
2) La CO2 viene sintetizzata in una materia prima idrocarburica adatta alla coltivazione di diamanti;
3) Le materie prime vengono immesse in potenti reattori che creano l’ambiente perfetto per la coltivazione dei diamanti, un atomo alla volta perché il carbonio si allinea perfettamente in forma cristallina;
4) Il processo di crescita vero e proprio fino all’ottenimento della massima perfezione della gemma (3-4 settimane).

Solo poi i diamanti grezzi vengono affidati ai loro esperti artigiani che li tagliano, li lucidano e li incastonano a mano in gioielli.

https://aetherdiamonds.com/

Altre storie
L’eleganza secondo Checcarini Preziosi