fbpx

White Bijoux. Gioielli contemporanei e tendenza

Gioiello contemporaneo protagonista a White nello spazio ad hoc curato da Birik Butik. Dal 24 al 26 settembre, lo spazio Tortona 35 – Hotel Nhow, ha ospitato per la quinta volta la sezione del salone dedicata ai preziosi: White Bijoux.

SONY DSC

Diciotto stand con altrettanti designer scelti per il loro sapore non convenzionale e la personalità da Jurga Rubik e Filippo Ronchi, fondatori di Birik Butik, portale di ricerca e agenzia di comunicazione per i brand del gioiello contemporaneo.

«Nella selezione dei brand da proporre a White – spiegano – abbiamo cercato chi offrisse un gioiello contemporaneo/moda, guardando le tecniche di lavorazione, i materiali, cercando di capirne la storia, il concetto che c’è dietro ai pezzi e anche il potenziale sul mercato. Abbiamo cercato di proporre un’offerta abbastanza diversificata, con brand che hanno già partecipato, alcuni al debutto in questo salone e un paio addirittura alla loro prima fiera in assoluto. È un lavoro che portiamo avanti ormai da cinque edizioni e ogni volta siamo più soddisfatti del risultato, anche perché vediamo aumentare sia il flusso dei buyer, che il livello dei pezzi esposti».

White bijoux ellapolo
Ellapolo

Durante l’edizione di settembre il salone ha anche ospitato la mostra fotografica “Feel the City” di Manuela Masciadri che interpreta attraverso le sue immagini il gioiello contemporaneo nella cornice della Lower East Side di Manhattan a New York City.

L’offerta, tra gli stand, non potrebbe essere più varia. Vittorio Ceccoli propone bijoux in ottone placcato oro e Swarovski, tra cui corone, diademi e collane che ricordano molto gioielli di scena. Tutto il contrario di Mi-Ja, giovanissima azienda di Lecco alla sua prima esposizione in assoluto, che espone invece lavori in bronzo giallo, dalle linee semplici e geometriche, di ispirazione quasi nordica.

white bijoux milano
Giulia Boccafogli

Dalla Scandinavia arriva By Boe, con pezzi minimali, in argento con galvanica 14 kt o ossidato, puntando anche sul gioiello per capelli o da attaccare agli occhiali con un magnete.

Sinuose ma sottilissime, quasi bidimensionali, anche le forme dei gioielli in bronzo dorato di Ellapolo.

[URIS id=145074]

È l’earcuff in argento e ottone placcato, invece, il cavallo di battaglia di Riva Jewels, altra debuttante assoluta, che punta a creare un gioiello che segua le linee del corpo, diventandone quasi un’estensione.

[URIS id=145138]

Arrivano da Londra O. Yang, che si ispira alle proprie origini orientali, sfruttando l’esperienza acquisita in casa Swarovski e Alex Monroe, con i suoi gioielli che richiamano invece la natura del Sussex.

riva-jewels-ear-cuff-and-more-h2a7858
Riva jewels

Pelle protagonista nei lavori di Giulia Boccafogli, che propone ampie collane ricavate da scarti di lavorazione, pensati per vestire chi li porta, ma anche in quelli di Ware London, che fondono cinghie in pelle trattata al vegetale e sottilissime catene in argento riciclato, che vogliono rispecchiare le forme del corpo e adattarsi in giochi di intrecci.

[URIS id=145100]

È la ceramica, invece, il materiale prediletto da Eleonora Ghilardi, che sfrutta però anche il cemento per la sua collezione Gotham.

White bijoux elena ghilardi
Eleonora Ghilardi – collana Gotham in biocemento, resina, pigmenti in rame

Infine richiamano in diversi modi le origini sia Flaminia Barosini, nella cui collezione Origin – appunto – si intrecciano sottili trame amniotiche, tracciate da preziosi semi; sia E.lodie Lorraine, che mischia tecnica di oreficeria e ricerca in monili in ottone e argento bruniti, decorati con resine pigmentate, smalti e finiture acriliche, dai quali emergono gli studi di archeologia e la passione per ciò che è “vissuto”.

Designer partecipanti: Alex Monroe, Anna e Alex, Bjorg, By Boe, E. Lorraine, EG Eleonora Ghilardi Jewels, Ellapolo Gioielli, Flaminia Barosini Jewellery Designer, Gemma Alus, Giulia Boccafogli, Jamais Sans Toi, Mi-Ja, O. Yang, Opella, Pepper Chocolate, Riva Jewels, Vittorio Ceccoli, Ware London.


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
Irma Podini, linee che ricongiungono spirito e materia come proiezione dell’Io