fbpx


Vacheron Constantin, sobrietà virtuosa del Patrimony Petit Modèle

Occorrono credenziali di tutto rispetto per fare assegnamento unicamente su strutture tanto rarefatte.

Indipendentemente dall’indefettibilità consueta dei propri calibri (per questa occasione, il 2450 Q6 meccanico a carica automatica, con riserva di carica di 40 ore, dotato di sistema “stop-second” che garantisce l’esattezza della misurazione, prodotto in manifattura), con il Patrimony Petit Modèle la Vacheron Constantin scarta come sempre qualsiasi adescamento ruffiano ed estremizza la pulizia di linee.

Dopo le impegnative (ed affascinanti) acrobazie estetiche (e meccaniche) di segnatempo come l’Overseas World Time, la Maison ginevrina si concede una pausa e si dedica alla forma pura e virtuosa del suo ultimo Patrimony Petit Modèle.

000R-B180_SDTBR_v2_tr_1538356-min

Il diametro di 36 mm della cassa in oro rosa, assottigliata ed ingentilita fino a soli 8,1 mm, è stato pensato per lei e per lui. Lo stesso per il cinturino, in pelle di alligatore Mississippiensis, disponibile in marrone scuro (referenza 4100U/000R-B180) o viola brillante (referenza 4100U/001R-B180), entrambi con fibbia in oro rosa. Ed ancora oro 22 ct anche per la massa oscillante, impreziosita con simbolo della Croce di Malta, logo della Maison. In oro rosa anche gli indici applicati su quadrante opalino argentato, sorvolato da lancette a bastone che indicano ore, minuti e secondi.

Ruotismi e minuterie possono essere spiati attraverso il fondello in vetro zaffiro trasparente.

Il Patrimony Petit Modèle è certificato con Poinçon de Genève.

www.vacheron-constantin.com]]>

Altre storie
In vetrina Rajola