fbpx


Tutto il bello della carta

Sono approdati a Firenze i lavori di Maria Francesca Batzella e di Viviana Bullita, due artiste sarde che hanno scelto il tema del riccio per le loro sculture-gioiello realizzate esclusivamente di carta, un materiale nobile, estremamente versatile e leggero. Il progetto si chiama Lerènies e rivisita in chiave contemporanea l’immaginario cultuale nuragico e prenuragico attraverso pezzi che non contemplano la riproducibilità, in piena filosofia ich et nun. Il colore dominante non a caso è il nero, come l’ossidiana, la pietra che, forse, meglio rappresenta la cultura della loro isola.

[caption id="attachment_23527" align="aligncenter" width="520" caption="Gioiello esposto a Oakland, California nella galleria - Lireille - Gallery of Contemporary Jewelry and Art"][/caption]

Tra l’Italia e la Spagna questi gioielli hanno avuto spazio in manifestazioni importanti -attualmente sono in mostra al Fashion In Paper alla Triennale di Milano– portando così in giro per il mondo un ricco passato da conoscere e da scoprire. Maria Francesca Batzella e Viviana Bullita hanno realizzato gioielli anche per star del calibro di Piero Pelù, ma sono già in trattativa per un’altra esposizione, questa volta negli States.

[caption id="attachment_23529" align="aligncenter" width="520" caption="Galleria Once In A Blue Moon - Edgartown, USA"][/caption] [caption id="attachment_23525" align="aligncenter" width="520" caption="Gioiello realizzato per l'artista Piero Pelù"][/caption] [caption id="attachment_23526" align="aligncenter" width="520" caption="Gioiello apparso su Vogue"][/caption]]]>

Altre storie
Roma, contatto diretto tra negozianti a rischio e forze dell'ordine