fbpx


Trapani, una tavola rotonda e una rassegna sull'artigianato per celebrare il corallo

Giugno è stato un mese intenso, a Trapani, per gli operatori orafi. Intenso perché ricco di sfide e di appuntamenti, a partire dalla tavola rotonda organizzata dall’Associazione Provinciale Orafi e Gioiellieri presieduta da Danilo Gianformaggio e aderente a Federpreziosi – Federazione Nazionale delle Imprese Orafe, Gioielliere, Argentiere, Orologiaie/Confcommercio Imprese per l’Italia nell’ambito della ormai consolidata collaborazione con il Museo “A.Pepoli” di Trapani. L’obiettivo è ancora una volta quello di valorizzare il patrimonio culturale e artigianale a partire dalla tradizione orafa e della lavorazione del corallo. Alla tavola rotonda ospitata nella Sala Conferenze del Museo è stato il corallo al centro del dibattito: da specie vivente a talismano prezioso. Si sono alternati i contributi di esperti e studiosi come Franco Andaloro, Enza Cilia, Salvatore Costanza, Maria Concetta Di Natale, Vincenzo Di Stefano, Danilo Gianformaggio, Valeria Li Vigni, Ninni Ravazza, Enzo Tartamella, Sebastiano Tusa. Dell’oro rosso si è parlato sotto i più vari e svariati aspetti: dall’impiego nell’antichità all’artigianato artistico a Trapani dal tardo Cinquecento ai secoli d’oro del Seicento e del Settecento; dai capitoli delle maestranze dell’Ars Corallariorum et Sculptorum coralli alle rotte commerciali del corallo tra Occidente ed Oriente; dagli aspetti rituali e magico-simbolici legati all’utilizzo del prezioso materiale marino alle caratteristiche biologiche della specie animale, fino alle moderne tecniche di pesca rispettose dell’ambiente sommerso. L’iniziativa è l’ultima in ordine di tempo che il Museo ha promosso, a conclusione del progetto “Il laboratorio del corallaro”, realizzato in collaborazione con il Liceo Artistico di Trapani – Indirizzo in Design del Corallo e del Gioiello – con l’obiettivo di promuovere la conoscenza delle antiche tecniche di lavorazione nel trapanese e di dar vita a un confronto tra le forme tradizionali dell’artigianato artistico e il mondo del design contemporaneo. [caption id="attachment_39784" align="aligncenter" width="630" caption="SiciliAmo-2012  – da sinistra: Giuseppe Pace, Danilo Gianformaggio, Barbara Chiappini, Giulia Adamo"][/caption] L’impegno nel promuovere il patrimonio culturale e artigianale si è concretizzato, sempre a fine giugno, anche nella partecipazione dell’Associazione Provinciale Orafi alla rassegna internazionale “SiciliAmo”, che si è svolta a Marsala. La manifestazione, promossa dalla camera di Commercio di Trapani e giunta alla sua quarta edizione, ha l’obiettivo sia di far conoscere le produzioni tipiche dell’area ai turisti sia di promuovere gli incontri fra gli operatori economici siciliani e i potenziali acquirenti internazionali. Tra le aree tematiche rappresentate, naturalmente, anche una ‘Mostra dell’artigianato’ con la partecipazione degli allievi della Scuola del design di Trapani che hanno svolto una sessione di lavoro dal vivo per far conoscere al pubblico questa preziosa arte. Due ciondoli in corallo e argento da loro realizzati sono stati l’omaggio per Barbara Chiappini, intervenuta alla manifestazione, e per il Sindaco di Marsala on. Giulia Adamo. ]]>

Altre storie
Gijs Bakker: il design industriale per il gioiello