fbpx


Tiffany T, a Milano fari puntati sulla prima collezione di Francesca Amfitheatrof

New York a Milano, la prima collezione della nuova Design Director di Tiffany & Co. Francesca Amfitheatrof ha scelto la capitale italiana della moda per svelarsi al pubblico. T come Tiffany & Co, un’icona per una nuova era, caratterizzata da una femminilità grafica e iper moderna. s008725c1.tif All’interno dell’incantevole cornice del PAC – Padiglione di Arte Contemporanea, illuminato dell’inconfondibile azzurro Tiffany, una ‘messa in scena’ espositiva tra arte, design e gioielli. Un viaggio multimediale, attraverso immagini, disegni, video ed esperienza sensoriale. [caption id="attachment_85115" align="aligncenter" width="630"]Raffaella Banchero, amministratore delegato Tiffany & Co. Italia e Spagna Raffaella Banchero, amministratore delegato Tiffany & Co. Italia e Spagna[/caption] Un evento straordinario a cui hanno partecipato, insieme a Raffaella BancheroAmministratore Delegato Tiffany & Co. Italia e Spagna – nomi dell’aristocrazia, dell’imprenditoria, della finanza, della moda e del design, come Caterina Balivo, Ilaria Tronchetti Provera, Marta Ferri Borromeo, Fabrizia Caracciolo Casagrande e Jacaranda Caracciolo Falck. [caption id="attachment_85116" align="aligncenter" width="630"]Caterina Balivo Caterina Balivo[/caption] Gigantografie, video-wall e iPad hanno accompagnato gli ospiti nel mondo Tiffany T attraverso un luminoso percorso per immagini, fino ad arrivare alla preziosa jewel collection room, un vero e proprio scrigno dove vedere, toccare e indossare bracciali, anelli, collier dall’eleganza tutta curve e linee spezzate. [caption id="attachment_85118" align="aligncenter" width="630"]Ilaria Tronchetti Provera e Marta Ferri Ilaria Tronchetti Provera e Marta Ferri[/caption] Una collezione interpretata in argento, oro rosa, giallo, bianco e diamanti: gioielli metropolitani, ispirati agli skyline e all’incessante energia che si respira nelle capitali del glamour come New York, Londra, Dubai, Hong Kong, Parigi e Milano. “Credo ci sia grande potere nella semplicità”: così descrive la sua linea Francesca Amfitheatrof, che ha precisato che la lettera T ha caratteristiche scultoree che la legano all’architettura newyorchese. [caption id="attachment_85117" align="aligncenter" width="630"]Fabrizia Caracciolo e Jacaranda Caracciolo Fabrizia Caracciolo e Jacaranda Caracciolo[/caption]]]>

Altre storie
Fabio Cammarata: tecnica e creatività in un gioiello