fbpx

Tatù, sembra un tatuaggio il bracciale dall'animo solidale

Tatù è un bracciale prodotto con materiali ricercati con attenzione e cura per garantire due principali caratteristiche essenziali per un accessorio di moda: la praticità e l’eleganza, uniti a un aspetto accattivante che lo rende simile a un tatuaggio. Ma ancora prima di essere un bracciale, Tatù, braccialetto di gomma ricamata, è un simbolo, la bandiera di chi sostiene il cambiamento di mentalità nella considerazione di fenomeni come la violenza sulle donne. È il prodotto con cui inizia la sua avventura imprenditoriale la startup Niente Paura, nata dall’idea di Manuel Giannini, Luca Zafarana e Barbara Benedettelli. A parlare con Preziosa magazine è lei, l’anima femminile dell’azienda. [caption id="attachment_78481" align="aligncenter" width="630" caption="Il team di Niente Paura: da sinistra Luca Zafarana, Barbara Benedettelli e Manuel Giannini"][/caption] Perché Niente Paura? Il papà di Manuel aveva un’impresa orafa, che produceva gioielli per le più grandi marche del mondo. Nel comunicare alla famiglia che avrebbe dovuto chiudere, ha pianto. Ecco che la sua famiglia si è stretta intorno a lui e lui ha risposto: ‘Niente paura, ce la faremo’. Così in Manuel è nata la voglia di costruire qualcosa di suo, che portasse in sé questo messaggio. Poi ha incontrato Luca, figlio di un imprenditore e intenzionato a seguire le orme del padre. E infine hanno incontrato me, da sempre attiva per i diritti delle vittime di violenza. E così è nata l’idea di Tatù. La gomma termoplastica opaca, la chiusura in tessuto Lycra, la pallina e i rivetti personalizzati rendono l’oggetto funzionale e allo stesso tempo bello. Il bracciale è stato studiato e sviluppato come un vero e proprio tatuaggio, quindi con l’esigenza di essere un tutt’uno con la pelle. Tatù può essere portato anche alla caviglia. Per indossare il bracciale non serve altro che aprire la comoda chiusura, posizionarlo all’altezza desiderata e stringere la pallina. Lo slogan che lo accompagna è ‘Mai più sole’. Niente Paura è un’impresa a tutti gli effetti? Certo, anche se molti ci scambiano per un’associazione. Effettivamente la nostra è un’impresa originale, da questo punto di vista. Nell’atto costitutivo c’è una doppia finalità: quella del profitto, ma anche quella sociale e solidale. Una sorta di capitalismo umanizzato, che in altri paesi del mondo è già sviluppato, molto più che in Italia. In sintesi: una parte cospicua dell’utile netto viene dirottato su un conto apposito che ha lo scopo di sostenere progetti a tutela delle persone. Non solo donne, naturalmente. Da quanto tempo siete al lavoro? Dietro le quinte da circa sei mesi, ma pubblicamente da poco più d’uno. Tatù è il nostro primo prodotto, ma abbiamo molti progetti in cantiere. Il prossimo step, a fine luglio, è il lancio del bracciale maschile: gli uomini sono parte integrante del processo di riconoscimento e superamento della violenza. Oltre, naturalmente, all’organizzazione di eventi, attraverso i quali saranno donati i suoi prodotti per la raccolta di denaro, da destinare durante gli eventi stessi a persone in seria difficoltà o ad Associazioni. Durante il lancio di Tatù del 22 maggio al Byblos Club di Milano sono stati raccolti e donati 2.600 euro alla Tamara Onlus per finanziare la campagna di sensibilizzazione Basta! e una Comunità che ospita bambini soli e gravemente malati. A giugno, invece, è la volta dei ragazzi di Scampia. Molti Vip si sono fatti fotografare con il bracciale Tatù. È stata un’adesione spontanea? Sì. Organizzando anche eventi abbiamo incontrato persone di tanti ambienti e il progetto è piaciuto a tutti. I colori del bracciale, dal nero all’azzurro, dal rosso al giallo, portano il nome delle star che hanno abbracciato il progetto: da Annalisa Minetti a Elenoire Casalegno. Parteciperete a fiere di settore? In futuro sicuramente, per ora siamo ‘appena nati’. Ma l’intenzione c’è: faremo tutto per gradi, nei tempi giusti. Solo materiali alternativi o c’è in cantiere qualcosa di più prezioso? Per ora continuiamo sulla scia dell’innovazione. Ma presto aggiungeremo dettagli preziosi ai nostri prodotti. E il prossimo prodotto? Può svelarci qualcosa? Sarà un accessorio che unirà all’estetica anche una funzionalità. Un oggetto che avrà a che fare con la protezione, non più soltanto simbolica. Sconfineremo nel campo della tecnica e della tecnologia. Ma tutto il resto è ancora top secret.  [caption id="attachment_78479" align="aligncenter" width="630" caption="Annalisa Minetti con il bracciale Tatù"][/caption] www.nientepaura.net]]>


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
Erika, even a small diamond can seduce