fbpx

Tarì Bijoux, il successo della creatività italiana

Mancano circa dieci giorni all’apertura della terza edizione di Tarì Bijoux, l’appuntamento del centro orafo di Marcianise con il gioiello fashion che si conferma una risposta precisa ad una richiesta del mercato. Dal 15 al 17 marzo – un giorno in più rispetto alle prime due edizioni – la protagonista sarà la bigiotteria, che va incontro ai nuovi gusti del consumatore interessato ad accessori moda grintosi, creativi, ricchi di luce e dai prezzi accessibili. La creatività e l’utilizzo di materiali alternativi dettano le regole alle numerose aziende che stanno emergendo nel settore, oltre che a quelle più tradizionali che stanno entrando con successo in questo nuovo mercato. Il valore aggiunto del Bijoux è quello di interpretare le tendenze moda, mentre il gioiello continua a coniugare un design più raffinato con la preziosità dei materiali e con una “vita” di prodotto completamente diversa, orientata a durare nel tempo e quindi a valorizzare molto di più le componenti di artigianalità, di qualità della manifattura, di valore del gioiello stesso. Mentre il gioiello resta legato ai grandi eventi della vita, alle grandi emozioni, il Bijoux conferisce vivacità all’abbigliamento quotidiano. A poco più di un mese dalla Pasqua e prima della stagione delle cerimonie, la collocazione temporale di Tarì Bijoux è un’ulteriore spiegazione del suo successo, appuntamento funzionale anche per i gioiellieri più tradizionali. Le 400 aziende insediate nel centro orafo, infatti, saranno regolarmente operative e insieme agli espositori esterni completeranno l’offerta di prodotti fino a coprire ciascun segmento del settore: le aziende potranno scegliere tra la formula espositiva “gioiello” e quella “fashion”. Inoltre, l’aggiunta del sabato favorisce non solo le opportunità di business, ma anche l’incoming di operatori da tutte le regioni d’Italia. Tra le novità destinate ai “fedelissimi” delle promozioni clienti del Tarì, l’iniziativa “sabato vale di più”, che premia con uno speciale bonus i Clienti del sabato. La giornata di domenica sarà uno dei momenti clou della manifestazione: 20 aziende di Bijoux tra le più innovative e dinamiche si metteranno in gioco per competere al Bijoux Award 2014, che sarà assegnato da giuria di prestigiosi giornalisti e di grintose fashion blogger. Si comincia fin dal mattino: alle 11, un set fotografico con modelle che indosseranno i prodotti delle aziende partecipanti e poseranno per gli scatti fotografici, per concludersi alle 16 con una sfilata e la premiazione dell’azienda vincitrice, che sarà stata eletta dai clienti sul web e dalla giuria di esperti. Dopo il Bijoux tornerà al Tarì – che ha ricevuto per i suoi eventi l’importante riconoscimento di “fiere italiane di rilievo internazionale” e l’inserimento nel Calendario promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico per la valorizzazione del’offerta fieristica italiana a livello internazionale – il prestigioso appuntamento con la gioielleria, dal 2 al 5 maggio, con un importante incoming di operatori esteri in collaborazione con l’ICE, in seno al Progetto Export Sud, che prosegue le numerose attività che il Tarì propone dal 2012 per la promozione sui mercati esteri delle aziende insediate. Molti i Paesi coinvolti in questa importante operazione, che prevede la partecipazione di 40 importanti buyers: Usa, Canada, Giappone e Asia, Inghilterra, Austria, Germania, Belgio, Russia. Intanto, molte aziende del Tarì stanno partecipando alla Fiera di Hong Kong inaugurata ieri, mentre il catalogo export delle principali aziende Tarì è già in distribuzione in molti paesi del mondo.

]]>

Altre storie
A. Lange & Söhne con Pisa Orologeria nel segno del 25° dalla rifondazione