fbpx

Speciale Orologi / Longines, Corum, IWC e Hublot: nuovi modelli, testimonial ed eventi

[/caption] Tra visite speciali nei laboratori di orologeria, modelli tempestati di pietre preziose ma anche orologi che guardano al passato, fino alla star brasiliana del tennis: tra sport e nuove proposte i prestigiosi brand specializzati nella misurazione del tempo – grandi nomi come Corum, Hublot, Longines e IWC – si sfidano a suon di novità. Testimonial del marchio IWC, il pilota di Formula Uno Lewis Hamilton (del team Mercedes AMG Petronas, di cui il brand è partner dall’inizio dell’anno) si è calato nel cuore della manifattura orologiera di Schaffhausen tra il Gran Premio di Monza e quello di Singapore. “Questa visita alla manifattura mi ha mostrato con chiarezza con quanto impegno, passione e orgoglio gli esperti di IWC lavorino per raggiungere i loro successi – ha raccontato il pilota -. Solo gli ingegneri e i tecnici di maggior talento possono sviluppare dei movimenti tanto innovativi e caratterizzati da una precisione così elevata da raggiungere la perfezione sotto ogni aspetto”. [caption id="attachment_60092" align="aligncenter" width="630" caption="Il pilota di Formula Uno Lewis Hamilton, a sinistra, in compagnia dell'amministratore delegato di IWC, Georges Kern, a destra, durante la visita ai laboratori IWC di Schaffhausen"][/caption] “Lewis Hamilton è una persona determinata che, come noi, lavora con decisione per migliorare continuamente i propri punti forti – ha detto Georges Kern, amministratore di IWC Schaffhausen -. Per un appassionato pilota come lui, lo spirito di squadra, la perfezione e il timing esatto rivestono lo stesso ruolo dell’etica professionale per i tecnici orologieri specializzati di IWC”. [caption id="attachment_60093" align="aligncenter" width="630" caption="Il pilota di Formula Uno Lewis Hamilton in visita alla manifattura IWC Schaffhausen di cui è ambasciatore"][/caption] Nel segno della collaborazione con il team Mercedes è nata inoltre la collezione di orologi Ingenieur 2013 di IWC Schaffhausen, completamente rielaborata con la sua cassa in alluminuro di titanio, carbonio, ceramica e titanio, materiali ispirati al repertorio utilizzato nella classe regina degli sport motoristici. Ispirandosi a un proprio modello degli anni Venti, il marchio svizzero Longines ha presentato la sua ultimissima novità: The Longines Avigation Oversize Crown, un esemplare nella più pura tradizione degli orologi da aviatore in tre versioni, in acciaio con ore, minuti, secondi, data, in una seconda versione con fuso orario e in una terza con cronografo monopulsante. La lunetta con indici, girevole e bidirezionale, garantisce una regolazione precisa grazie alla sua zigrinatura. [caption id="attachment_60087" align="aligncenter" width="630" caption="Longines Avigation Oversize Crown, versione cronometro"][/caption] L’albero di carica e la corona sono sovradimensionati per permettere una manipolazione agevole anche con indosso gli spessi guanti da pilota. Le lancette poire dorate e luminescenti contrastano con il quadrante nero con numeri arabi bianchi. Uno sguardo all’importante passato del brand: fin dal 1919 Longines ha affiancato i più famosi pionieri dell’aviazione nelle loro più grandi imprese, tra cui il memorabile volo in solitaria e senza scalo da New York a Parigi. [caption id="attachment_60088" align="aligncenter" width="630" caption="Altre due versioni del Longines Avigation Oversize Crown"][/caption] Nuovo ambasciatore per il mercato brasiliano per Hublot: è la star del tennis Guga Kuerten, tre volte vincitore al Roland Garros, ex numero 1 al mondo e membro della International Tennis Hall of Fame. Guga si unisce alla classe di atleti d’elite che porta nel mondo il nome del brand, tra cui Dwyane Wade, stella del basket e l’atleta olimpico Usain Bolt. [caption id="attachment_60104" align="aligncenter" width="630" caption="La star del tennis Guga Kuerten, nuovo ambasciatore brasiliano di Hublot"][/caption] Per celebrare la nuova partnership, Hublot ha lanciato un orologio che porta la firma di Guga, il King Power Guga Bang, in edizione limitata da 100 esemplari. Hublot rafforza la sua alleanza con il suo nuovo ambasciatore sostenendo l’istituto benefico fondato dal giocatore di tennis, Guga Kuerten Institute, la cui mission è l’inclusione sociale attraverso lo sport e l’educazione. [caption id="attachment_60099" align="aligncenter" width="630" caption="Un dettaglio del King Power Guga Bang di Hublot"][/caption] Il King Power Guga Bang ha una cassa in titanio con lunetta in carbonio, con un diametro di 48 mm e ha la firma di Guga sul quadrante a ore 8, la data nel giallo che ricorda il colore delle palle da tennis. Sul retro della cassa l’immagine più conosciuta del tennista, all’interno di un cuore. Una parte del ricavato delle vendite del modello sarà devoluto all’associazione di Kuerten. [caption id="attachment_60100" align="aligncenter" width="630" caption="Il King Power Guga Bang di Hublot in versione nera"][/caption] Quando l’alta orologeria incontra l’alta gioielleria possono nascere esemplari come il Golden Bridge e il Miss Golden Bridge, la rivisitazione di iconici modelli di Corum – su cui è montato il calibro CO 113 – ai quali il marchio ha aggiunto una cascata di pietre preziose. Il Golden Bridge ha optato per sfumature eterogenee di zaffiri blu e diamanti bianchi: le pietre risplendono sul quadrante, la lunetta, le anse e la carrure, disegnando un motivo ondeggiante che si prolunga intorno al polso nella proposta con bracciale integralmente rivestito di pietre.A brillare sull’orologio 546 zaffiri baguette blu e 478 diamanti baguette, o in alternativa 360 zaffiri e 10 diamanti per la versione con cinturino in cuoio di alligatore blu accompagnato da una fibbia incastonata con 26 diamanti rotondi. [caption id="attachment_60090" align="aligncenter" width="630" caption="Il Golden Bridge di Corum"][/caption] La declinazione femminile, il Miss Golden Bridge, punta tutto sul rosa, con ben sette sfumature. Gli zaffiri baguette rosa si fondono sul quadrante, scintillano sulla lunetta e sulla carrure fino ad arrivare sul bracciale che mette in scena 233 zaffiri baguette rosa e 176 diamanti baguette. Disponibile anche con un cinturino in alligatore bianco dotato di fibbia deployante in oro 18 carati incastonata con 20 diamanti, può essere scelto con altre tinte grazie agli zaffiri cognac o anche solo in diamanti (642 pietre nella declinazione integralmente incastonata, o 233 diamanti nella proposta con cinturino in alligatore bianco chiuso mediante una fibbia incastonata con 20 diamanti rotondi). [caption id="attachment_60091" align="aligncenter" width="630" caption="Il Miss Golden Bridge di Corum"][/caption] Se le casse e il bracciale sono incastonati secondo il metodo “invisibile” classico, Corum ha dovuto reinterpretare questa disciplina esigente nel momento in cui si trattava di rivestire il quadrante, allo scopo di evitare che le pietre più piccole si rompessero: così il quadrante è stato montato alla rovescia su una placca trasparente, sulla quale è stata poi colata una lega a base d’argento. Insinuandosi nei minuscoli interstizi fra le pietre, la materia le fissa tra di loro fino a formare una placca che è stata poi asportata dal supporto trasparente e montata sul quadrante in oro.]]>


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
Tattoo Bangle, il bracciale narrativo di Giovanni Raspini