fbpx

Speciale Macef / Bijoux, il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione

Taglia il traguardo delle 95 edizioni riuscendo ad essere una manifestazione in grado di rinnovarsi continuamente: l’edizione di settembre di Macef Milano e Bijoux lascia spazio alle novità – come la nuova collocazione temporale, non più a ridosso del mese di agosto – e alla creatività made in Italy. In calendario dal 12 al 15 settembre a Fieramilano, la rassegna sarà in concomitanza, nell’ultimo giorno, con Mipel, Salone Internazionale della Pelletteria e dell’accessorio moda, e con Micam, Salone della Calzatura, permetterà di creare nuove e interessanti opportunità di business per i buyer in visita e di allargare il mercato di riferimento.“Una nuova collocazione temporale – ha sottolineato Cristian Preiata, neo Exhibition Manager di Macef (nella foto a sinistra) – fortemente voluta dagli operatori e che Macef è riuscita a conquistare per favorire l’affluenza di espositori e visitatori”. Bijoux, l’evento nell’evento dedicato alla persona e agli accessori, ha saputo ritagliarsi uno spazio sempre più istituzionale e significativo: due padiglioni (il 16 e il 20) saranno interamente dedicati alla presentazione delle nuove collezioni, mentre un terzo (il 14) sarà destinato al Cash & Carry, luogo in cui è possibile finalizzare i propri acquisti direttamente in fiera, comprando le collezioni della stagione in corso. Una disposizione, questa, che consente agli espositori di avere un pubblico più mirato e ai visitatori di organizzare la propria visita in modo più pragmatico e funzionale. Si giostrano dunque tra innovazione e tradizione i quattro settori espositivi di Macef: Tavola&Cucina, Arredo&Decorazione, Regalo e Bijoux. Piccoli imprenditori e giovani designer si mettono in gioco per offrire una panoramica variegata ed esaustiva sul mondo della Casa e della persona. A settembre torna anche Macef+, la fiera digitale che segue la rassegna milanese. A partire dal 23 settembre, sulla piattaforma macefplus.com, gli operatori potranno incontrarsi in rete per conoscersi e fare affari, mettendo a frutto i contatti acquisiti al Salone o creandone di nuovi. Un mese in più per sviluppare business “in alta definizione”. [caption id="attachment_55686" align="aligncenter" width="630" caption="Gli Ottomani"][/caption]   [caption id="attachment_55685" align="aligncenter" width="630" caption="Dolman"][/caption]]]>

Altre storie
Valenza Gioielli, torna Damiani