fbpx


Rosato sostiene il progetto Gold for Kids della Fondazione Veronesi

foto

Famoso per le sue miniature, Rosato ne ha realizzata una speciale in Limited Edition per sostenere le cure mediche e promuovere l’informazione in tema di tumori infantili e degli adolescenti. Già partner della Fondazione Veronesi per Pink is Good, il brand continua la collaborazione anche con l’iniziativa Gold for Kids – con cui la Fondazione Veronesi si prefigge il compito di raccogliere fondi da destinare alla copertura dei costi di gestione e avviamento dei protocolli di cura per i tumori di bambini e adolescenti lavorando in sinergia con l’Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica (AIEOP) e la sua Fondazione (FIEOP) -, coinvolgendo i più importanti punti vendita. Per questo ha realizzato una miniatura in Limited Edition a forma di cuore in argento 925 e zirconi in vendita a Maggio al costo di 129€ con collana in omaggio. Un regalo perfetto per le mamme doppiamente prezioso perché contribuirà concretamente alla raccolta fondi.

cuore

Il futuro è dei nostri figli, essi rappresentano la nostra più grande risorsa per una società dinamica e moderna, lo dimostra il fatto che la mia azienda è composta soprattutto da giovani – afferma il Presidente della Bros Manifatture Lanfranco Beleggia, proprietario del marchio Rosato. La tutela della loro salute è qualcosa da cui non possiamo esimerci, è un dovere per tutti noi dare un contributo, seppur piccolo. È per questo che ho deciso di farmi aiutare dai miei clienti: per sostenere insieme il progetto Gold for Kids ed entrare a far parte del gruppo Punti Vendita Amici della Fondazione Umberto Veronesi, che esprimono direttamente la loro soddisfazione. È bello far parte del progetto Gold for Kids, una grande sfida, aperta a tutti, per promuovere non solo a parole ma con l’impegno la nostra missione; l’unione fa la forza, contano il presente ed i progetti per il futuro: cosa c’è di più bello di un gioiello?”C’è il buono della salute.”

 

 

Altre storie
Cannes, Chopard assegna il suo Trophée a Blanca Suarez e Jeremy Irvine