fbpx


Richard Mille, primo utilizzo del carbonio NPTP in orologeria

Non si ferma lo spirito innovativo del marchio Richard Mille: prossima novità, l’utilizzo del carbonio NTPT® (North Thin Ply Technology), finora mai utilizzato nel settore dell’orologeria. Materiale sviluppato per le vele delle imbarcazioni da regata, il carbonio NTPT® è particolarmente resistente e leggero e hanno reso possibile ai giganti del mare di tagliare il traguardo delle più famose regate del mondo. Diventato un materiale di riferimento fra i compositi, è stato usato anche nelle ultime due stagioni nella costruzione dei telai delle vetture di Formula 1 e scelto in aeronautica nella costruzione del futuro velivolo Solar Impulse 2. Particolare anche il suo aspetto: la superficie si distingue infatti per la presenza di ondulazioni estremamente regolari, poiché, utilizzando fibre singole non intrecciate, è composto da più strati di filamenti paralleli. Questi strati, con uno spessore massimo di 30 micron, impregnati con una resina e poi sovrapposti a 45 gradi l’uno rispetto all’altro fino creare la struttura dello spessore desiderato, vengono poi “cotti” in autoclave a 120 gradi e a una pressione di 6 bar. Lavorati in un centro di lavoro a controllo numerico presso la fabbrica di casse Richard Mille, Proart, assumono un aspetto unico somigliante a essenze di legni pregiati. Rispetto agli altri compositi, questo carbonio ha il 25% in meno di possibilità di rotture da fatica e il 200% in meno di insorgenza di micro fessurazioni. Il primo esemplare Richard Mille in carbonio NTPT® sarà presentato al Salone SIHH di Ginevra, che si svolgerà dal 20 al 24 gennaio.]]>

Altre storie
L’eyewear Michael Kors rispolvera gli anni ’70