fbpx

Resina uretanica per ornare il corpo: i monili di Gaetano Pesce

Saranno esposti fino al 22 febbraio alla galleria Basia Embiricos di Parigi i gioielli in resina del designer italiano Gaetano Pesce. L’architetto ha scelto proprio la capitale francese, dove ha vissuto per molti anni, per presentare la collezione di monili (lui preferisce chiamarli “pezzi”, perché, dice, “gioielli mi sembra pretenzioso”) che si chiama, appunto, “Pezzi per il corpo”. Inaugurata il 7 dicembre, la mostra ospita ornamenti realizzati in resina uretanica che l’eclettico architetto italiano ha realizzato uno ad uno, a mano e in esemplari unici. Cento oggetti tutti dai nomi femminili30 dei quali sono stati messi in vendita a dicembre presso le boutique Biffi (Milano e Bergamo) e Banner a Milano – ideati e messi in vetrina nella galleria parigina nel Marais: bracciali, anelli, spille, monocromatici o frutto di un sapiente mix di colori. Materiali traslucidi, arcobaleni luminosi in materiali alternativi, ma anche quattro pezzi in oro realizzati dal Maestro insieme a esperti artigiani. L’unica ambizione di queste opere d’arte è decorare il corpo femminile: sono tutte frutto di una sperimentazione che l’artista ha condotto negli ultimi 5 anni. [gallery link="file" order="DESC" columns="4" orderby="title"]]]>

Altre storie
Les Perles di Chanel, gioielli ai quali Mademoiselle Coco non avrebbe rinunciato