fbpx


Pitti Uomo. I gemelli tra i nuovi trend su cui puntare

Un settore in forte espansione, anche se a livello italiano visto più come regalo che come oggetto quotidiano. Soffrono forse di troppo rispetto i gemelli, almeno nel nostro Paese. E se all’estero il loro utilizzo è più diffuso qui molti temono di non essere all’altezza, nonostante l’offerta sia decisamente varia, come testimoniato dalle diverse aziende presenti alla Fortezza da Basso in occasione di PittiUomo, tra cui la napoletana Barbarulo. «Molti li vedono come qualcosa di troppo impegnativo – sottolinea il titolare Cristiano Barbarulo – mentre possono benissimo essere indossati su un jeans. Meno gli si dà peso, più bello è. Questo però bisogna saperlo spiegare. Rispetto a 10 anni fa, comunque, sono stati fatti diversi passi avanti». E la donna, alla quale fuori Italia vengono dedicate collezioni ad hoc? «È ancora timorosa, ma sarebbe bello che si avvicinasse al gemello».


BARBARULO

Pezzi classici in argento meno impegnativi, ma anche pietre preziose e gemelli in oro per i momenti più importanti nella proposta dell’azienda napoletana, che vuole raccontare il gioiello come tocco di classe quotidiano. Si spazia quindi dallo smalto al corallo, dai lapislazzuli alla madreperla impreziosita con zaffiri o rubini.

[URIS id=177150]

www.gemellidapolso.it


TYLER & TYLER

Riflettono la passione dei suoi creatori per la tradizione e il design britannico le collezioni dei fratelli Richard e Jonathan Tyler, eredi di una famiglia che da oltre un secolo propone accessori da uomo, realizzate unendo tecnologia e abilità manifatturiera tradizionale. Le nuove capsule sono dedicate ai grandi autori inglesi, come Keats e al Giappone delle Geishe, entrambe in argento e smalti o a Icone come Chamberlain, in alluminio blu con finiture high-tech, mentre Hide propone pezzi in argento e oro con interno in pelle.

[URIS id=177186]

www.tylerandtyler.co.uk


JAN LESLIE

Spazia dai minerali alle pietre semipreziose, da birra e brezel fino ai gemelli “a cuore aperto” la designer statunitense Jan Leslie, che propone pezzi unici in argento utilizzando pezzi di stalattite, ma anche più giocosi, spesso apribili o con parti mobili, come la zampetta del cane vicino all’idrante o il cuore anatomico che si apre su un cuoricino, mentre le casse di violini e chitarre sono finiti in legno.

[URIS id=177166]

www.janleslie.com


ALICE MADE THIS

Si chiama “Patina” ed è frutto di una speciale lavorazione la nuova collezione in bronzo di Alice Made This, azienda inglese nata con l’obiettivo di utilizzare le metodologie ingegneristiche inglesi per creare pezzi semplici lineari e rifiniti. I materiali utilizzati nelle diverse linee vanno dal rame all’argento e dall’acciaio all’oro, in collaborazione con industrie inglesi, come quella aerospaziale o militare.

[URIS id=177158]

www.alicemadethis.com


SAMUEL GASSMANN

S’ispira alla semplicità dei bottoni da camicia il designer francese Samuel Gassmann, che per i suoi pezzi predilige la madreperla, forata come nell’archetipo del bottone, piena nella versione cabochon o finita con lettere, nella collezione Alphabet. Bianchi o colorati da giorno, in colori scuri per la sera, in pietre semipreziose per le occasioni speciali, ma anche in materiali da interni per un appuntamento casalingo.

[URIS id=177180]

www.samuelgassmann.com


TATEOSSIAN

Sono la complessità e l’interattività i tratti distintivi dei gemelli Tateossian, azienda londinese che per l’autunno inverno 2018 rivisita gli iconici Skeleton Gears, con meccanismi vintage che replicano il dettaglio degli ingranaggi interni dell’orologio, estendendo la gamma ai digital watch. Si amplia anche l’offerta di animali meccanici, linea lanciata per la primavera/estate introducendo un’aquila le cui piume si muovono leggermente assieme ad un cobra ondulante ed una tigre le cui orecchie si animano e nasce la collezione Industrial, con bulloni che possono essere avvitati e svitati.

[URIS id=177410]

www.tateossian.com

 

Altre storie
Nuiit Eyewear entra a far parte della collezione permanente del Museo dell’Occhiale