fbpx


Oroarezzo, boom di iscrizioni on line per l'edizione 2013

Oroarezzo, ci si attende una edizione particolarmente positiva per l’evento in calendario dal 13 al 16 aprile. Sono da pochi giorni partite le iscrizioni on line e la risposta delle aziende è già al 75 per cento della scorsa edizione. Grande soddisfazione, naturalmente, è stata espressa dal direttore di Arezzo Fiere e Congressi Raul Barbieri rispetto all’appeal della 34esima manifestazione dedicata all’oreficeria, all’argenteria e alla gioielleria rappresentativa di uno dei principali distretti orafi italiani. “Siamo davvero contenti e anche un po’ sorpresi dai tempi così anticipati all’iscrizione – ha detto Barbieri (nella foto a sinistra) –, visto l’andamento economico del settore, che vede purtroppo molte aziende chiudere i battenti, e del mercato generale. Lo interpreterei come un riconoscimento da parte di molte aziende aretine degli sforzi fatti da Arezzo Fiere per sostenere il comparto. I commenti attorno alla nostra attività sono in genere positivi e i nostri espositori apprezzano l’impegno a far si che le attività non si esauriscano con la sola fiera di aprile, ma si incrementano con operazioni a sostegno di specifiche esigenze del distretto quali i workshop “Incontri d’Autunno” e quello di New York, l’evento Last Minute sul “pronto” e la fiera di Bi-Jewel, dedicata al bijoux e al gioiello fashion dello scorso novembre. E aver conquistato la fiducia delle nostre aziende, nonostante il difficile momento economico che, come tutti ben sappiamo, il settore dell’oreficeria sta attraversando, ci gratifica e ci sostiene nell’attività di preparazione della nuova edizione, attraverso novità e conferme”. Confermata per aprile la nutrita presenza di buyer internazionali, provenienti da tutti i principali mercati del mondo, sia tradizionali che emergenti. Un’imponente azione di incoming realizzata da Arezzo Fiere e Congressi, in collaborazione con la Camera di Commercio di Arezzo, che nella 33esima edizione ha registrato la presenza di circa 11mila visitatori, con una quota del 35% di stranieri. In programma anche il consolidato appuntamento con Premiere, il concorso che premia la creatività delle aziende orafe italiane e che propone in anteprima assoluta i gioielli del futuro. “OroArezzo – ha spiegato Barbieri – negli ultimi anni sta recuperando la propria credibilità a livello internazionale, anche grazie alla spinta promozionale attuata sui principali mercati mondiali. Uno sforzo promozionale che, unito alla vocazione export delle aziende aretine, ha fatto sì che negli ultimi tre anni OroArezzo sia riuscita a portare in fiera i grandi compratori sia dei principali mercati di sbocco della produzione aretina, sia da mercati nuovi e in crescita.” Non mancherà nel calendario della manifestazione l’attenzione ai prodotti più nuovi e al gioiello fashion: torna infatti anche Bi-Jewel. “Con questo evento – afferma Barbieri – confermiamo quella che è stata negli ultimi anni una progressiva apertura della Fiera al mondo del dettaglio che, anche grazie questa iniziativa, stiamo sempre più fidelizzando. Bi-Jewel, è uno spazio davvero nuovo, con creazioni glamour dal design creativo e ricco di tendenza e strettamente legate al mondo della Moda, dunque immediate ed easy, perfette per rispondere alle esigenze di una larga fascia di operatori del dettaglio e dell’accessorio moda”. “Stiamo valutando anche altre nuove iniziative – ha concluso Barbieri – quali, ad esempio, un padiglione dedicato agli operatori che operano sul “pronto”, esigenza sempre più sentita per accorciare la catena distributiva e permettere alle aziende produttrici di ritagliarsi ambiti maggiori di business. Questa operazione è già stata avviata dal 2011 con Last Minute e non ci dispiacerebbe riproporla ad Oroarezzo.”]]>

Altre storie
Il fascino tutto naturale delle creazioni firmate Tappo’s