fbpx

Orient Watches, qualità e buongusto uniscono Oriente ed Occidente

Orient Star Contemporary Small Seconds[/caption] Qualità e bellezza non sono solo prerogative di orologi Swiss Made, come comunemente siamo abituati a credere. Indefettibilità e coerenza estetica sono di casa anche nel lontano Oriente, per la precisione in Giappone, dove dal 1950 l’omonimo marchio Orient Watches s’impegna a realizzare orologi unicamente meccanici, per garantire energia pulita (non usano il quarzo e quindi non vi è dispersione di batterie nell’ambiente), qualità (se ben tenuto, l’orologio meccanico può superare generazioni, in quanto gli ingranaggi non sono soggetti ad usura se non viene indossato), prestigio (l’inventiva orologiera di qualità, infatti, si cimenta principalmente negli apparati meccanici, sinonimi anche di buongusto). Le due ultime creazioni della Manifattura giapponese sono ugualmente meccaniche e vengono presentate per la prima volta al mercato europeo, sono Orient Star Contemporary Small Seconds e Semi Skeleton, entrambe equipaggiate con il calibro automatico F7, fabbricato internamente, proposte in differenti varianti: quadrante bianco con lancette blu e un bracciale in acciaio inossidabile o un cinturino in pelle nera; quadrante blu intenso con lancette e bracciale in acciaio inossidabile; quadrante nero con lancette e bracciale in acciaio inossidabile. [caption id="attachment_219675" align="aligncenter" width="762"] Orient Star Contemporary Semi Skeleton[/caption] Sia il Contemporary Small Seconds che il Semi Skeleton esibiscono geometrie e finiture che li apparentano strettamente all’estetica del nostro Occidente, vale a dire che orologi gagliardi e ben fatti, come i segnatempo del marchio nipponico, possono vantarsi di non avere confini. www.orient-watch.com]]>

Altre storie
Il Denim secondo Valentino Garavani