fbpx

Mercati emergenti, il lusso crescerà meno della fascia media

Nelle previsioni al 2025 dell’ultimo rapporto di McKinsey il mass market aumenterà di più: i big brand però potranno contare nuovamente sui mercati maturi

Vicenzaoro Vetrine Cina

Il lusso potrebbe essere raggiunto e superato dai mass market: la previsione, che arriva fino al 2025, arriva da uno studio di McKinsey & Company, realizzato attraverso lo strumento LuxuryScope “city guide”. Nel prossimo decennio il lusso potrebbe crescere “solo” del 10% nei paesi emergenti: un possibile smacco per i grandi marchi che si stanno espandendo velocemente in quei paesi.

Secondo il report, le nazioni emergenti rappresenteranno solo il 32% del mercato nel 2025: la cifra però è lievemente falsata dalla circostanza per cui molti cittadini stranieri – dal Brasile o dall’Asia – fanno shopping all’estero. Va meglio il mass market, che nel 2015 sarà coperto al 55% dai paesi emergenti. La ricerca evidenzia un cambiamento di grande portata in corso da est a ovest, “una delle trasformazioni economiche più significative mai viste”, si legge nel rapporto. L’urbanizzazione della Cina è 100 volte più consistente rispetto a quella della Gran Bretagna del 19esimo secolo, e dieci volte più veloce.

Uno dei dati più interessanti è il potere crescente delle città e la concentrazione estrema della crescita in un numero limitato di megalopoli. Si prevede che entro il 2025 ce ne saranno in tutto 60, più del doppio del numero attuale, dove il Pil supererà 250 miliardi di dollari, che rappresentano ben un quarto del Pil mondiale.  Attualmente, delle 25 città che contribuiscono maggiormente alla crescita, 21 sono nei mercati emergenti, soprattutto in Cina.

Mc Kinsey

La crescita si sta sempre più spostando verso i mercati emergenti, in tutte le categorie del lusso: e questo è un fatto.  Tuttavia, il riequilibrio negli anni sarà meno rapido per gli articoli di lusso rispetto a quanto accadrà nel mercato moda di fascia media, in cui i paesi emergenti rappresenteranno oltre il 55 per cento del totale nel 2025.  La crescita del lusso è molto concentrata nelle grandi città ma con differenti pesi in base alla categoria: se l’abbigliamento femminile di lusso domina nelle capitali della moda tradizionali, come Milano, New York e Parigi, il comparto legato agli Spirits è forte nelle Americhe  mentre la crescita del segmento beauty è concentrata in Asia. Città del Messico, per esempio, si classifica 18esima nella moda, ottava negli alcolici, e non compare affatto nella top 20 del comparto bellezza.

Cifre non proprio esaltanti per il lusso, ma secondo la società di ricerca nel 2025 i marchi di lusso potranno consolarsi con i mercati tradizionali e già maturi. Nella lista delle venti città mondiali che rappresentano i mercati più dinamici nel settore del prêt-à-porter di lusso nel 2025, tra l’altro, non è presente nessuna città cinese e nessun Paese emergente arriva nella top 5.

Altre storie
Doppio appuntamento per By Simon: Tarì Mondo Prezioso e VicenzaOro Spring