fbpx


Marlù, un charm in limited edition per Cine@donna

Il brand rende omaggio alla rassegna di Riccione in calendario dal 27 al 30 giugno con uno speciale ringraziamento alle grandi attrici del cinema italiano

Marlù_bijoux_CINEDONNA frontale - ok-min
Il charm Marlù per la rassegna Cine@Donna di Riccione

Un omaggio alle donne del cinema: ci ha pensato Marlù, il brand creato a San Marino dalle tre sorelle Fabbri: Morena, Monica e Marta. In occasione della rassegna Cine@donna di Riccione, il marchio ha realizzato un “charm” limited edition, una “rosa per la regina delle rose” pensata per ringraziare e esprimere affetto per tutte le grandi attrici del cinema italiano.

Un dono floreale a tutte le protagoniste “rosa”, del cinema italiano e internazionale, per quattro giorni (dal 27 al 30 giugno), pronte a sfilare sul red carpet di “Cine@donna”, la rassegna realizzata per il secondo anno consecutivo da “Giometti Cinema” al Cinepalace di Riccione. Un ciondolo che rappresenta una rosa regina personalizzata dall’incisione: “Cine@donna Riccione 2017”.

Marlù_bijoux_Morena Fabbri e Massimiliano Giometti-min
Morena Fabbri, una delle sorelle fondatrici di Marlù, e Massimiliano Giometti, di Giometti Cinema

L’immagine riprende uno dei motivi nati nel “giardino della creatività” delle sorelle Fabbri anime e menti di “Marlù”. Rappresenta il fiore più bello e vicino alla sensibilità e all’emozioni femminili: la rosa regina, il fiore utilizzato dal brand sammarinese per ricordare feste e anniversari dedicati alla donna e a farla sbocciare ogni giorno dell’anno.

Sempre all’avanguardia, il design del brand anticipa le tendenze con collezioni stagionali e continui flash infra stagionali: il brand ha firmato fenomeni come lo stacking, la stratificazione dei braccialetti o il finger look, la moltiplicazione degli anelli d’acciaio alle dita maschili e femminili. Sono nati così gioielli alla portata di ogni tasca e che fanno della loro bellezza e portabilità, per lei e per lui, del loro valore emozionale e il loro senso e significato, come nel caso del “Charm” dedicato a “Cine@donna”.

Altre storie
AOL Sangalli a Conte: “O si riaprono i negozi o tutto il settore va inserito nel Decreto Ristori”