fbpx

Made in Italy di identità, gioielli, moda e giovani. “Una sfida ideale per Renzo Rosso e Only the Brave”

[/caption] La rinascita del Made in Italy in chiave contemporanea passa attraverso l’apporto di tutti coloro che contribuiscono a portarlo nel mondo come sinonimo di qualità e di eccellenza in ogni settore merceologico, moda e gioiello in primis: ecco perché Maria Loretta De Toni, designer orafa e vicepresidente della sezione Industrie e Servizi Vari di Confindustria Vicenza, vorrebbe un incontro esplorativo con il patron di Diesel Renzo Rosso per coinvolgerlo nella proposta di un eventuale convegno dal tema “Made in Italy in Vicenza & Internazionalizzazione”, che potrebbe svolgersi tra dicembre e gennaio. Lo spunto per un possibile “incontro di intenti” con Renzo Rosso proviene da molteplici premesse: la Fondazione no profit da lui istituita, OTB – Only The Brave (‘Solo i coraggiosi’), sarebbe il soggetto ideale per fare da volano a un pool di aziende venete unbranded di vari settori, con la possibilità di avvalersi anche del lavoro già svolto dalla De Toni nel progetto “Il lusso con l’Occhio dell’Oriente 1000-2000”, con una diretta ricaduta economica e di prestigio per OTB. [caption id="attachment_59969" align="aligncenter" width="630" caption="Gioiello fashion flower collection argento smalto e velluto"][/caption] L’incontro potrebbe essere anche occasione per presentare il dvd sull’evento di Dubai (6 dicembre 2011) con l’Ambasciatore Starace e il sostegno del governo degli Emirati Arabi Uniti e un’anteprima del progetto aperto a esperti, giovani designer e talenti internazionali: al convegno in calendario a Vicenza, su coordinamento del team di OTB e con la disponibilità già confermata dell’Ambasciata italiana negli EAU, i protagonisti sarebbero le aziende ma soprattutto i giovani, vero motore della rinascita di un Made in Italy di identità nel mondo. [caption id="attachment_59971" align="aligncenter" width="630" caption="Il giovane team di Maria De Toni"][/caption] OTB potrebbe anche dirigere la proposta di “Rare Fancy Color Diamonds” di Jean Michel Floch, China Based Investment Banker e dei suoi investitori per un pool di aziende orafe venete unbranded per un progetto retail in Cina. L’intera programmazione andrebbe poi sottoposta al vice presidente di Confindustria Vicenza con delega all’internazionalizzazione Walter Fortuna e ai rappresentanti dei vari settori merceologici. [caption id="attachment_59970" align="aligncenter" width="630" caption="Maria De Toni e il figlio Piero Speggiorin, assistente eventi internazionali"][/caption] Produzione di qualità, made in Italy e giovani: questi dunque i punti chiave dell’ambizioso progetto di Maria Loretta De Toni, che parte dalle eccellenze venete per essere allargato all’intero paese Italia: un forte contributo potrebbe così arrivare dalla genialità, dal successo e dal coraggio di Renzo Rosso e del suo gruppo, a partire dal suo visionario progetto C.A.S.H. (credito a condizioni agevolate per piccole e medie imprese virtuose, che rientrano nel circuito della società in qualità di fornitori ad ogni livello) e dal nuovo concetto REBOOT. La sfida è imponente e l’obiettivo è un’identità di prodotti e servizi tra Oriente e Occidente, seguendo gli illustri esempi della Serenissima. Un’occasione che proprio oggi, nel giorno del compleanno del patron di Diesel, assume un significato ancora più simbolico. Auguri Renzo Rosso.]]>


There is no ads to display, Please add some

Preziosa Magazine è la rivista per il mercato della gioielleria e dell’alta orologeria, un autorevole punto di riferimento per gli operatori del settore.

Acquista nel marketplace di Preziosa Magazine

Altre storie
Lusso e Made in Italy nel nuovo megastore milanese Brian & Barry