fbpx

L’idea diventa forma tra le mani di Maria Diana

[/caption]  

È architetto e designer di gioielli contemporanei Maria Diana e plasma materie duttili offrendo ad esse nuove frontiere espressive che si concretizzano in pezzi unici che si sono lasciati ammirare anche in musei e store internazionali come il Victoria and Albert Museum di Londra, la Pedreira di Barcellona o il Mitsukoshi di Tokyo.

Le varianti sul tema passano da una collezione all’altra senza perdere la plasticità delle forme e la morbidezza dei colori. Ed è la ricerca ad accomunarle con un tratto dolce ed elegante dalla linea “Panni Stesi” alla capsule collection realizzata per il Victoria and Albert Museum di Londra, la Pedreira di Barcellona o il Mitsukoshi d Tokyo. da cui prende il nome, da “Stone”a “Sogni” ispirata a Illusioni, le avventure di un messia riluttante di Richard Bach, fino a “Petali” colorata da brillanti smalti. L’ultima nata è “Germogli” dove concorre anche l’oro ad impreziosire l’idea. Il grés, la ceramica e la porcellana scoprono il loro lato più raffinato ed originale.

[caption id="attachment_55000" align="aligncenter" width="630" caption="Collezione "Germogli""][/caption]   [caption id="attachment_54995" align="aligncenter" width="630" caption="Collezione "Petali""][/caption]   [caption id="attachment_54996" align="aligncenter" width="630" caption="Collezione "Panni stesi""][/caption]   [caption id="attachment_54997" align="aligncenter" width="630" caption="Collezione "Stone""][/caption]   [caption id="attachment_54998" align="aligncenter" width="630" caption="Collezione "Sogni""][/caption]   [caption id="attachment_54999" align="aligncenter" width="630" caption="Collezione "Jova Barcelona""][/caption]]]>

Altre storie
Bacan. Bracciali con un’anima preziosa