fbpx

Les Perles di Chanel, gioielli ai quali Mademoiselle Coco non avrebbe rinunciato

L’ultima collezione “Les Perles de Chanel” mette in mostra uno dei temi fondamentali dell’identità di Chanel. Mademoiselle Coco delle perle era pazza: le indossava ad ogni occasione, sia di giorno sia di notte, anche con un abbigliamento sportivo, come un talismano. La sua immagine è indissolubilmente legata a questo prodotto, sfilato soltanto durante il sonno. Collier, sautoir, bracciali, anelli, spille: abbinate a oro e diamanti o a platino e zaffiri, “Les Perles de Chanel” riflettono la storia dei disegni ispirati a Mademoiselle Coco, in una vasta gamma di forme altamente creative. La nuova collezione di Alta Gioielleria è una suite di pezzi eccezionali che mettono in mostra l’universo immaginario e simbolico di Chanel, in cui camelie preziose incontrano leoni maestosi, costellazioni, piume, nodi e cascate. Gioielli che esaltano la bellezza e la diversità delle perle. Dei Mari del Sud, d’acqua dolce, di Tahiti e del Giappone, Chanel ha scelto alcune delle più straordinarie varietà di perle coltivate in una infinita gamma di dimensioni, forme, colori in base al luogo di provenienza. Riscoperte dalla pittura rinascimentale, le perle si accostano a tutti i tessuti: dolcemente sul tweed, delicatamente sulla seta. Vivaci e dinamiche, giocano con disinvoltura anche nell’arte della seduzione. Con quel forte istinto verso la bellezza delle donne, Coco Chanel sapeva perfettamente che le perle catturano la luce e illuminano il viso, migliorando la pelle abbronzata e diventando la scintilla nei suoi occhi e nel suo sorriso. Racconta Georges Auric (nel volume Les Années de Chanel di Pierre Galante) che duranta una serata di ballo, nel 1925, Mademoiselle Chanel ruppe la sua collana di perle lunga quasi due metri mentre ballava il Charleston. Regale e indifferente, guardò a lungo in modo divertito un gruppo di uomini in abito da sera che cercavano queste gemme preziose sulle proprie gambe. Con le perle Mademoiselle Coco rivela il suo lato più intimo: una ammissione di sensibilità che lascia scoperta la sua vulnerabilità. La loro presenza vivace, le morbide rotondità e la forma perfetta la proteggono mentre è al lavoro e mentre affronta le schermaglie della sua vita quotidiana, le forniscono una sensazione di purezza, candore e armonia. Negli ultimi giorni di vita, nella sua stanza al Ritz, tutto ciò che rimane con lei sono tre vestiti beige e le sue perle: gli elementi essenziali di Chanel. Così l’oro bianco incontra le perle grigie di Tahiti, le sfumature del rosa si fondono perfettamente con l’oro giallo o con il platino, insieme a un tripudio di diamanti, zaffiri, tormanline, acquemarine e ametiste che giocano con le sfumature. Tante gradazioni insieme o da sole, si miscelano tra gli elementi chiave delle collezioni di Alta Gioielleria di Chanel come il leone o le camelie. ]]>

Altre storie
Sette progetti di designers e architetti per il packaging di 3820 Hearts and Arrows®