fbpx


Jewelers of America, dopo 17 anni lascia il presidente Runci

Si ritira dopo 17 anni di presidenza Matthew A. Runci, a capo della Jewelers of America (JA). E’ l’ora della pensione, dopo aver ricoperto l’incarico di vertice dal 1995: dal primo gennaio sarà David J. Bonaparte, ex vice presidente dei Brands JCK per Reed Exhibitions, a prendere il timone dell’associazione nazionale dei dettaglianti americani di gioielli. Durante la sua leadership, Runci ha lavorato a capo del consiglio di amministrazione per assicurare che l’associazione focalizzasse la propria attività sul miglioramento della professionalità della categoria e sulla trasparenza e la fiducia dei consumatori. Nel corso del suo mandato, ha contribuito alla creazione di pratiche di business responsabili e tra i suoi tanti successi Runci assunto un ruolo guida nella creazione del Kimberley process, del Clean Diamond Trade Act e nella istituzione del Responsible Jewellery Council, che ha reso l’industria dei gioielli pioniere nella trasparenza della filiera. “Anche se qualcuno mi considerava un ‘estraneo’ al settore della gioielleria, sono diventato uno dei suoi sostenitori più devoti – ha detto Runci -. Ringrazio tutti i miei consiglieri di amministrazione, i membri dell’associazione e gli amici di altri organismi”. “Le parole non possono esprimere la gratitudine che proviamo per la leadership dignitosa e lungimirante di Runci – ha detto Georgie Gleim, presidente del Cda della Jewelers of America -. Gli auguriamo ogni bene per il suo ritiro, mentre andiamo avanti con David Bonaparte”. Runci e Bonaparte hanno lavorato insieme dal mese di ottobre per garantire una transizione graduale senza problemi di leadership. A pochi giorni dalla fine del mandato, Runci riceverà il Lifetime Achievement Award agli annuali Jewelry Information Center’s GEM Awards, l’11 gennaio.]]>

Altre storie
Mostra su McQueen tra moda e gioielli, ultimi giorni in notturna