fbpx


Invisible della Charriol, bagliori d'oro, acciaio e diamanti

diamanti, sulla sola cassa da 30 mm in oro bianco ne compaiono 135 taglio baguette per un totale di 7 ct., altri 12 taglio princess si stagliano sul quadrante in madreperla bianca, infine 30 con medesimo taglio sulla catena in oro bianco che accompagna il bracciale dell’orologio. “Compaiono”, esatto, perchè la peculiarità di Invisible, progetto d’alta artigianalità orologiera pensato per la collezione St-Tropez della Charriol, sta nell’esclusivo procedimento di incastonatura delle pietre, disposte a pavè scivolando sotto la superficie d’oro dell’impianto e non lasciando alcuna traccia di griffe. Invisible, collezione St-Tropez-minMa non solo, ogni segnatempo è assicurato al polso da un bracciale composto da 6 cavi d’acciaio ritorto con due decori in oro bianco, modalità di esecuzione particolarmente privilegiata e brevettata da Philippe Charriol, imprenditore francese che nel 1983 ha fondato la Maison a Ginevra, attuale sede dell’azienda, e che detiene i diritti esclusivi in tutto il mondo per il proprio brevetto. Invisible monta movimento svizzero al quarzo ETA. www.charriol.com]]>

Altre storie
“W la Vita” con i NUOVI gioielli di Roberto Giannotti